MES e pensioni: perchè l’attivazione fa paura ai pensionanti?

Perchè l’attivazione del MES fa paura soprattutto ai pensionati italiani? Cerchiamo di capire le dinamiche.

Si parla ormai da giorni di un possibile accesso al MES dell’Italia, anche se il premier Conte ha precisato che non è quello di cui abbiamo bisogno per superare la crisi. Molti sono gli italiani che si chiedono cosa comporterebbe per il privato cittadino una scelta del genere. Ed  in particolare a chiederselo sono i pensionati.

MES e paure

E’ normale che in un periodo incerto come quello che stiamo vivendo è più facile cadere vittime di timori e paure soprattutto con le scadenze di giugno che incombono su un popolo, ormai, funestato dalla crisi economica provocata dalle misure restrittive.

Quando si parla di una possibile attivazione del MES le immagini che tornano alla mente sono quelle di quanto accaduto in Grecia dove i piccoli risparmiatori e i pensionati si sono trovati a pagare una scelta infausta del proprio governo. Il MES, come abbiamo spiegato nell’articolo sul MES, mette a disposizione liquidità immediatamente, questo è vero, ma richiede anche delle condizioni stringenti che portano a riforme strutturali e a giri di vite abbastanza pensanti sui conti pubblici. Potrebbero, quindi, in caso di attivazione del MES, subentrare tagli al sistema nazionale (dalla previdenza alla sanità, toccando tutti i comparti).

Cosa rischiano i pensionati con il MES

In Grecia, dopo l’attivazione del MES, le pensioni con importo pari o superiore a 1200 euro sono state erose del 20%. Colpiti dall’erosione anche i lavoratori che hanno scelto la pensione anticipata prima del compimento dei 55 anni.

Ma non basta: per far quadrare i conti pubblici è stata abolita, sempre in Grecia, la tredicesima mensilità sia per i pensionati che per i dipendenti statali. Un’amara verità che ci rimbalza, oggi, nella testa visto che si profila lo spauracchio dell’attivazione del MES anche per noi (ma, e ci tengo a ribadirlo, Conte è contrario propendendo per aiuti tramite Eurobond).

La stessa cosa potrebbe accadere in Italia? Se si attivasse il MES con le condizioni normali si, potrebbe accadere che le pensioni, già erose dallo stop delle rivalutazioni potrebbero subire un ulteriore decremento.

Lo stato di preoccupazione al momento è comprensibile ma non giustificato. Conte nella sua conferenza stampa di qualche giorno fa ha ribadito più volte che l’Italia non ha firmato per un attivazione del MES ma si è dichiarata favorevole ad un MES senza condizioni.

Conte ha affermato che l’Italia non ha bisogno del MES e che la sua lotta continua ad essere volta agli Eurobond. Se anche il MES dovesse essere attivato, quindi, lo sarebbe senza le condizioni che hanno portato la Grecia a dover tagliare pensioni e tredicesime, ma sarebbe una liquidità che potrebbe essere usata solo per far fronte all’emergenza sanitaria (e solo in campo sanitario) per l’epidemia da coronavirus.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.