Microplastiche rilevate negli esseri umani, ecco cosa sta succedendo

Microplastica negli esseri umani, ecco l’incredibile scoperta

I ricercatori della Federal Environmental Agency, insieme ai ricercatori delle MedUni di Vienna, dopo i prelievi effettuati, hanno avuto la conferma di microplastiche nelle feci umani.

Microplastiche negli esseri umani

È la prima volta che vengono rilevate negli esseri umani le microplastiche, la scoperta sconcertante della contaminazione dalle microplastiche, lascia un po’ tutti a bocca aperta.

Leggi anche: Bevanda vegetale a base di riso, ritirata dal commercio, ecco marca e lotti

Il test è stato effettuato su 8 persone, le microplastiche sono state rilevate su tutti i 8 partecipanti allo studio. Gli esperti affermano che è la prima volta in assoluto che vengono identificate le microplastiche negli umani. Ancora non si può parlare di un eventuale contaminazione dagli alimenti, considerando che i soggetti sono limitati.

microplastica trovata nelle feci umaneGli esperti affermano che anche negli alimenti c’è la microplastica e circa 69.000 minuscole particelle di plastica, vengono ingerite ogni anno da ogni persona. Senza dubbio, non c’è da scherzare per quanto riguarda l’incredibile scoperta.

Leggi anche: Allarme salmonella: cozze contaminate

Giovanni d’Agata, il presidente dello’’ Sportello dei Diritti’’ dichiara che la presenza di microplastiche negli esseri umani, crea motivo di preoccupazione e può essere oggetto di un’attività preventiva e non solo di trattamento.

Per impedire la diffusione di questo tipo di fenomeni, servirebbe più autorità per quanto riguardano i controlli, e le azioni efficaci di prevenzione, devo essere prese in considerazione con massima urgenza.

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in Romania e ho vissuto a Roma e Darfield. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni.