Misteri del coronavirus: gli esperti sconcertati dai dati dei paesi che per primi sono usciti dal lockdown

I dati sull’infezione di Coronavirus provenienti da paesi che per primi sono usciti dal blocco hanno sconcertato gli esperti

I dati sull’infezione di Coronavirus provenienti da paesi che per primi sono usciti dal blocco hanno sconcertato gli esperti, con un ex funzionario dell’Organizzazione mondiale della sanità che ha ammesso “non capiamo pienamente” cosa sta succedendo. Martedì, Danimarca, Norvegia, Austria e Repubblica ceca hanno riportato tutti meno di 100 nuovi casi di COVID-19. I numeri bassi hanno sorpreso gli esperti di salute dato che questi paesi sono stati i primi ad uscire dal blocco. La professoressa Karol Sikora, ex capo del programma sul cancro dell’Organizzazione mondiale della sanità, ha affermato che sta accadendo qualcosa “che non capiamo pienamente”.

I dati sull’infezione di Coronavirus provenienti da paesi che per primi sono usciti dal blocco hanno sconcertato gli esperti

Ha detto: “Ecco un’altra occhiata ai paesi che per primi hanno alleggerito i loro blocchi, quasi due mesi fa. “Casi riportati ieri: Danimarca – 15, Norvegia – 18, Austria – 26, Repubblica Ceca – 73, statistiche notevoli. Come sta succedendo questo? Sta succedendo qualcosa che non comprendiamo appieno.” Finora tutti questi paesi non hanno subito una seconda ondata di coronavirus nonostante siano usciti dal lockdown prima degli altri. Sikora è un sostenitore della riduzione delle restrizioni del blocco.

Il blocco è stato applicato il 23 marzo anche nel Regno Unito e ha ampiamente contribuito a ridurre il numero totale di casi e morti. Sebbene il governo abbia iniziato ad allentare le restrizioni, alcuni hanno chiesto che le restrizioni fossero revocate molto più rapidamente per riportare il paese alla normalità. Sikora è tra coloro che hanno chiesto al Regno Unito di abbandonare il loro approccio alla crisi del coronavirus. Ha affermato che è improbabile che una seconda ondata colpirà il Regno Unito nonostante alcune previsioni. Ha detto a talk RADIO: “Penso sia del tutto probabile che non ci sarà una seconda ondata.”

Ti potrebbe interessare: Coronavirus: vaccino in arrivo da Oxford, quando e chi si potrà vaccinare


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp