Modello 730 2020: a pagare i rimborsi ci pensa direttamente l’AdE, novità nel decreto Rilancio

Modello 730 2020, il rimborso pagato direttamente dall’Agenzia delle Entrate, le ultime novità del decreto legge Rilancio.

Il Fisco diventa un bancomat, pronto a pagare i rimborsi del modello 730 2020 nel caso i datori di lavoro non hanno liquidità. La novità è stata prevista nel decreto legge “Rilancio”. Analizziamo cosa prevede il decreto  e come l’Agenzia delle Entrate farà fronte ai rimborsi dei contribuenti.

Modello 730 2020: il rimborso direttamente dall’AdE

Per fornire liquidità alle imprese, il decreto legge “Rilancio”, prevede tantissime misure, che vanno dall’estensione della cassa integrazione cinque settimane più quattro dopo, ai soldi direttamente sui conti correnti delle imprese a fondo perduto. Un boom di misure e agevolazioni anche per famiglie con il tanto atteso Reddito di Emergenza, il bonus di 600 per le partite Iva fino a 1.000 euro, fino ad arrivare al bonus per badanti e colf. Insomma, il decreto definitivo avrà la fiducia al Senato e sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale, si innescherà una corsa alle agevolazioni. 

Tra le tante disposizioni il decreto prevede maggiori possibilità di conguagli da parte dell’AdE. 

La normativa allarga la platea dei contribuenti che si potranno avvalere del modello 730 2020 dipendenti senza sostituto di imposta, al fine di ricevere il rimborso direttamente dall’Agenzia delle Entrate sul conto corrente con la comunicazione delle coordinate Abi all’Agenzia. 

L’Agenzia delle Entrate considera le difficoltà dei datori di lavoro che si potrebbero trovare nella situazione di non liquidità per anticipare i rimborsi a conguaglio nel caso del modello 730 2020 a credito, che viene predisposto in busta paga.

Al fine di evitare tutto questo e creare un ulteriore danno al contribuente,  per mancata  possibilità di definizione del conguaglio fiscale proveniente da assistenza fiscale, è prevista la possibilità di presentare il modello 730 2020 senza sostituto d’imposta anche se il sostituto d’imposta c’è, questo per ottenere il rimborso direttamente con accredito in conto corrente dell’Agenzia delle Entrate. 

Per comunicare l’Iban all’Agenzia delle Entrate, bisogna compilare un modulo apposito, qui tutte le  informazioni: Per il rimborso bisogna comunicare Iban online o con modulo (pdf)

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”