Modello 730 eredi: gli adempimenti 2020 con corsia preferenziale

Modello 730 eredi, l’Agenzia delle Entrate chiarisce il canale preferenziale con tutte le novità dal 1° gennaio 2020 anche per i contribuenti defunti.

Modello 730 eredi, come fare per presentare la dichiarazione dei redditi? A partire dal 1° gennaio 2020, gli eredi potranno presentare il modello 730, fino al 2019 si poteva presentare solo il modello Redditi. Gli eredi potranno presentare a nome del defunto il 730 per i redditi dell’anno d’imposta 2019. Il Fisco quest’anno ha creato una corsia preferenziali per il 730 defunti rispetto al modello Redditi obbligatorio nel 2019.

Modello 730 eredi: i requisti per poterlo fare

Per poter presentare il modello 730 a nome della persona deceduta, questi si doveva trovare in una situazione reddituale e contributiva tale che gli avrebbe permesso di utilizzare il modello 730.

In poche parole, se un figlio erede che decidesse di presentare a nome del genitore il modello 730, occorre che il contribuente deceduto si trovasse nelle condizioni da poter inviare il modello 730, tipo redditi da lavoro dipendente nel 2019; redditi da pensione: redditi da contratti a progetto; redditi da co.co.co; ecc. 

L’Agenzia delle Entrate di recente ha chiarito cosa fare nel caso si decida di optare per la presentazione del modello 730 eredi, nello specifico chiarisce che l’erede che presenta la dichiarazione con conto di un familiare defunto deve compilare e sottoscrivere due modelli 730.

Entrambi i modelli devono riportare sia il codice fiscale del defunto sia quello dell’erede che inoltra la dichiarazione. 

In questi casi non è possibile presentare una dichiarazione congiunta. Inoltre, l’Agenzia chiarisce che i redditi del defunto non sono cumulabili con quelli dell’erede che presenta la dichiarazione del defunto. 

Versamento o rimborso come funziona?

La presentazione del 730 eredi per il contribuente defunto, consentirà di ottenere eventuali rimborsi in tempi veloci. Il rimborso sarà erogato direttamente dall’Agenzia delle Entrate entro il sesto mese successivo al termine previsto per la presentazione della dichiarazione.

Gli eredi per poter ricevere il rimborso devono comunicare il codice Iban all’Amministrazione finanziaria per poter procedere all’accredito diretto in conto corrente. 

La comunicazione dell’Iban deve avvenire tramite i canali di Fisconline o recandosi direttamente presso l’ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”