Modello 730 precompilato: fase 2 modifica e invio

Modello 730 precompilato 2020: è iniziata la fase 2 di modifiche e invio, ecco a cosa fare attenzione per non avere sorprese.

Inizia la fase 2 del modello 730 precompilato, ossia quella delle modifiche e degli invii da parte dei contribuenti  dagli intermediari fiscali. La scadenza ultima per presentare il modello 730 precompilato o ordinario è il 30 settembre 2020 (scadenza prorogata per la pandemia da Covid-19 rispetto al 23 luglio 2020). La fase due delle modifiche e delle trasmissioni è partita il 19 maggio con ultima scadenza al 30 novembre 2020. Analizziamo tutte le novità del Fisco della fase 1 e fase 2.

Modello 730 precompilato: debutto di nuovi oneri deducibili e detraibili

Quest’anno il modello 730 è pieno di novità e vede il debutto di nuovi oneri deducibili o detraibili, nello specifico debuttano le prestazioni sanitarie per:

“terapisti occupazionali; dietisti; biologi; ortottisti e assistenti di oftalmologia; tecnici ortopedici; tecnici di fisiopatologia; tecnici sanitari di laboratorio biomedico; terapisti della neuro e psicomoticità dell’età evolutiva; educatori professionali; tecnici della riabilitazione psichiatrica; tecnici audiometrici; tecnici della prevenzione dei luoghi di lavoro e ambiente; tecnici audioprotesisti; assistenti sanitari; fisioterapisti; podologi;  logopedisti; igienisti dentali; ecc”. 

Il modello 730 precompilato è destinato a pensionati e lavoratori dipendenti, non possono optare per questo modello i lavoratori autonomi o titolari di partita Iva; discorso diverso è per le colf e badanti che potranno presentare il modello 730 senza sostituto d’imposta, recuperando così, ove possibile il bonus Renzi da ottanta euro).

Fase 1 e Fase 2: perchè sono importanti?

Perchè parliamo di fase 1 e fase 2? Si tratta di un meccanismo iniziale definito fase 1 che inizia con la messa a disposizione dall’Agenzia delle Entrate i modelli delle dichiarazioni. Il contribuente può scaricare il modello 730 precompilato con tutti i dati già inseriti riguardanti spese detraibili e deducibili sostenute nell’ anno 2019, se la dichiarazione precompilata corrisponde potrà inviarla direttamente. 

La fase 2 corrisponde alla fase delle modifiche e controllo. Il contribuente deve verificare se le spese inserite corrispondono a quelle sostenute nell’anno e  dove ci sono inesattezze procedere alla rettifica integrandole o correggendo gli errori. 

Dopo le rettifiche e un attento controllo il 730 precompilato può essere inviato. 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”