Montezemolo: “Senna e Schumacher non avrebbero mai lavorato insieme”

Montezemolo ha rivelato quanto Ayrton Senna fosse stato vicino a firmare un contratto con la squadra italiana per la stagione 1995 e in quel caso niente Schumacher

L’ex presidente della Ferrari, Luca di Montezemolo, ha rivelato quanto Ayrton Senna fosse stato vicino a firmare un contratto con la squadra italiana per la stagione 1995. Montezemolo ha aggiunto che probabilmente Schumacher non sarebbe stato ingaggiato se Senna fosse stato ancora vivo nel 1996. Senna era passato alla Williams nel 1994 dopo che Alain Prost si era ritirato come campione in carica, ma si è rivelato una mossa sbagliata. La Williams aveva dominato il mondiale nel 1993 con la sua famigerata “sospensione attiva”, ma la FIA aveva vietato il sistema per il 1994. Per questo motivo, l’equilibrio della macchina era estremamente sbilanciato, un problema che è stato risolto solo molto più tardi nella stagione.

Il fatale incidente di Senna a Imola è arrivato all’inizio della stagione, ma Montezemolo aveva già parlato con il tre volte campione, che non era contento della sua nuova squadra britannica dopo essere passato dalla McLaren. “È venuto da me a Bologna mercoledì prima della tragedia di Imola”, ha rivelato l’italiano a Sky Italia. “Mi ha detto che voleva venire a correre in Ferrari a tutti i costi e che voleva sbarazzarsi della Williams.” “Siamo rimasti con l’idea di parlare dopo Imola. Poi è successo quello che è successo. Sarebbe stata la ciliegina sulla torta di quella squadra, come Michael in seguito dal 1996 in poi. ”

L’idea di Senna e Schumacher, due dei migliori piloti di tutti i tempi, come compagni di squadra è un’ipotesi incredibile, ma Montezemolo pensa che non avrebbe funzionato data la natura di entrambe le leggende. “Un bel sogno, ma ci saremmo sparati sul piede”, ha spiegato. “Sarebbe stata una cosa incredibile, ma non sarebbe andato bene per la Ferrari. Con due stelle di quel livello insieme, non vinci”. Senna, ovviamente, aveva già avuto un’enorme rivalità con Alain Prost quando il duo condivideva il box della McLaren. Schumacher, che era molto esigente come pilota di F1, non sarebbe stato in grado di andare d’accordo con il brasiliano secondo Montezemolo.

Ti potrebbe interessare: UFFICIALE: anche il GP di Formula 1 dell’Azerbaigian 2020 rinviato per il coronavirus


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp