Mood-food: quali sono i cibi che migliorano l’umore

Che si tratti di stanchezza, insonnia o di umore altalenante, esistono alcune tipologie di cibo che permettono di influire sul nostro umore, migliorandolo. Si chiama Mood-food ed è la pratica che consente di sfruttare i benefici dell’alimentazione per il proprio benessere psicologico.

Mood-food: la pratica che consente di lavorare sul proprio umore, sfruttando l’alimentazione. “Siamo quel che mangiamo”  diceva qualcuno. Alcuni cibi, infatti, condizionano il nostro umore. Utilizzare il cibo per l’insonnia o per la stanchezza, ad esempio, consente di curare in maniera totalmente naturale queste sensazioni.

Mood-food: perché il cibo condiziona il nostro umore

Il Mood-food è una pratica che trova fondamento nel potere migliorativo del cibo. Lo abbiamo avvertito specialmente in questo complesso momento sociale in cui, l’insorgere del Covid-19, ci ha spinti a trovare rassicurazioni in cucina. Si cucina per far star bene gli altri, ma molto spesso anche per far bene a se stessi. L’arte di combinare cibi tra loro, di mescolare essenze e sapori,  fornisce continuamente nuovi stimoli. Cucinare e gustare del buon cibo, preparato sapientemente, sono le ricette per far bene al nostro benessere psicologico. Lo hanno dimostrato tantissimi studi e basta provarlo in prima persona per diventarne i primi sostenitori. Esistono però, come suggerisce il Mood-food, alcuni abbinamenti e talune tipologie di alimenti, che più di altri incidono sul nostro umore.

Mood-food: quali cibi consumare per l’insonnia

Se si soffre d’insonnia o disturbi del sonno più in generale, il Mood-food ci suggerisce di assumere i cibi ricchi di melatonina. Questa, è in grado di regolare il sonno ed il ciclo “veglia-sonno”.  La melatonina è un ormone prodotto dalla ghiandola pineale, posta alla base del cervello. Essa è prodotta naturalmente dall’organismo umano, ma può essere ricavata anche da specie animali e vegetali. I cibi che più influiscono sul nostro corpo in maniera positiva, conciliando il sonno, sono: il latte, la frutta secca (come mandorle o noci), alcune tipologie di frutta fresca (i kiwi, ad esempio), il pesce ricco di Omega-3 come il Salmone o il Tonno e i legumi. Gli alimenti nemici sono invece il formaggio, gli alcolici o le sostanze energizzanti come caffè e bibite gassate.

Quali cibi assumere per avvertire meno la stanchezza:

Per rimediare al continuo senso di stanchezza, il Mood-food ci suggerisce di assumere alcune tipologie di frutta secca come il pistacchio e la cioccolata. Quest’ultima è fortemente energizzante e, se consumato fondente, fa anche benissimo all’organismo. Ottimi anche i cereali, però occhio a bilanciarli bene con il consumo di proteine, sia vegetali che animali. Anche tempistiche ben studiate nell’assunzione di cibi non sono da sottovalutare; l’orologio alimentare ha pur sempre la sua importanza!


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Giulia Curiale

Penso che scrivere sia il modo più immediato per far conoscere se stessi agli altri, per poter mettere a nudo le proprie emozioni o i propri pensieri. Scrivere vuol dire comunicare attraverso un canale a sè, unico e, per questo, speciale. Sono Giulia, ho 25 anni e sono laureata in Giurisprudenza. Amo l'healthy food, la vita salutare, lo sport, ma la mia curiosità mi spinge a interessami praticamente ad ogni aspetto più svariato. Scrivo, perchè scrivere è un'esigenza!