Morbo di Alzheimer, c’è correlazione tra cibo e malattia? La ricerca scientifica 

Può essere che il cibo che mangiamo arrivi a danneggiare o beneficiare il nostro cervello? Ci sono alimenti che conducono all’Alzheimer?

L’Alzheimer è una della malattie del secolo. Sebbene esista da tanto tempo ormai, soltanto negli anni più recenti è diventata una delle malattie più frequenti che hanno determinato questo momento storico della nostra vita, è una delle malattie che più sta caratterizzando gli anni 2010. Nessuno ancora oggi riesce a capire come contrastare questa malattia e quale posso essere la sua causa, o se ci sono più cause. Nel suo mondo, la medicina sta cercando comunque di porvi rimedio o per lo meno di attutirla. Molte sono le ricerche fatte sui temi più disparati che riguardano questa malattia. Proprio di questo vogliamo parlarvi. Tra queste ricerche più recenti c’è quella di un medico americano il quale ha individuato una correlazione tra determinati alimenti e il morbo dell’Alzheimer.

Diamogli un’occhiata anche per capire qualcosa in più e per conoscere.

Alcuni alimenti possono condurre all’Alzheimer, quali sono? Cosa dice la scienza

A condurre la ricerca di cui vi vogliamo parlare è il dottor David Perlmutter, un dottore americano che è uno dei neurologi più famosi degli Stati Uniti ed è anche l’autore del bestseller “La dieta della mente: l’incredibile verità sul glutine e carboidrati”.

Il dottore si è spesso occupato della relazione che c’è tra il cibo e la mente e non a caso in questo libro  l’autore spiega il danno al cervello provocato dai carboidrati.

A detta della ricerca fatta, se nel corso della propria vita si arriva a consumare un quantitativo elevato di carboidrati alza le probabilità di soffrire di demenza del 90%.

Andando più nello specifico informa quali siano gli alimenti che possono portare alla nascita dell’Alzheimer.

Tra di essi ci sono i cibi transgenici che, secondo il medico, sono in grado di creare delle proteine che non sono mai state trovate in nessun alimento naturale e per questo motivo causano allergie e danneggiano il cervello.

Ma ci parla anche di cibi che ci possono aiutare a  combattere l’invecchiamento mentale. Essi sono le olive, il kefir, l’olio extra vergine, le uova, l’avocado e il salmone selvatico.

Leggi anche:

Ikea, ecco il nuovo progetto dedicato ai malati di Alzheimer


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.