MotoGP: Aprilia considera la sanzione di Andrea Iannone “assurda”

L’International Motorcycling Federation ha confermato il 1 ° aprile la sospensione di Andrea Iannone per un periodo di 18 mesi per Doping

L’International Motorcycling Federation (FIM) ha confermato il 1 ° aprile la sospensione di Andrea Iannone per un periodo di 18 mesi a seguito della positività riscontrata all’italiano. L’analisi ha avuto luogo durante il Gran Premio della Malesia 2019 della MotoGP rivelando livelli di Drostanolone nel sangue del pilota ufficiale Aprilia, lo stesso risultato è stato ottenuto dalle controanalisi. Nonostante il fatto che il comitato disciplinare che ha studiato il caso accetti che questo positivo sia stato il risultato di intossicazione alimentare, l’agenzia ha definito questa sanzione per Iannone.

L’International Motorcycling Federation ha confermato il 1 ° aprile la sospensione di Andrea Iannone per un periodo di 18 mesi per Doping

Data questa circostanza, il team di avvocati di Iannone ha annunciato che presenteranno il caso dinanzi al TAS. Si tratta di una decisione che secondo il pilota italiano ha il supporto di Aprilia, come spiegato da Massimo Rivola, CEO della società con sede a Noale: ” La sentenza è ancora sconcertante per la punizione inflitta a Iannone.”

“La corte ha riconosciuto la buona fede e la totale incoscienza di Andrea nel dare piena validità alla tesi della contaminazione alimentare. Per questo motivo, la sanzione imposta ci sembra assurda. Alla luce delle ragioni fornite dai giudici nel processo, Andrea doveva essere assolto “. Vedremo dunque come si evolverà la situazione relativa al futuro di Andrea Iannone in MotoGP.

La decisione arriva proprio nel momento in cui l’organo di governo dello sport FIM deve decidere se rinviare due gare in programma il mese prossimo in Francia e in Italia. Le prime cinque gare della MotoGP sono già state rinviate, l’ultima è stata il GP di Spagna a Jerez il 3 maggio.

Ti potrebbe interessare: La MotoGP rimanda anche il GP delle Americhe per il coronavirus


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp