Anche Tesla si arrende: dal 23 marzo stop alla produzione

-
20/03/2020

Tesla: la casa automobilistica di elon Musk ha finalmente annunciato che sospenderanno la produzione nella loro fabbrica di Fremont

Anche Tesla si arrende: dal 23 marzo stop alla produzione

Dopo aver resistito alle chiamate per chiudere temporaneamente le sue attività, Tesla ha finalmente annunciato che sospenderà la produzione nella sua fabbrica di Fremont, a seguito di una serie di incontri con funzionari locali, statali e federali. La società californiana interromperà la produzione di veicoli alla fine di lunedì 23 marzo, unendosi al resto delle principali case automobilistiche del Nord America che hanno chiuso le loro fabbriche con sede negli Stati Uniti a causa dello scoppio del coronavirus.

Tesla ha finalmente annunciato che sospenderanno la produzione nella loro fabbrica di Fremont

“Nonostante l’adozione di tutte le precauzioni sanitarie note, le continue operazioni in determinate località hanno causato sfide ai nostri dipendenti, alle loro famiglie e ai nostri fornitori”, ha affermato Tesla in una nota. “Abbiamo deciso di sospendere temporaneamente la produzione presso il nostro stabilimento di Fremont, a partire dalla fine del 23 marzo, il che consentirà un arresto regolare. Le operazioni di base continueranno al fine di supportare le nostre operazioni relative ai veicoli e ai servizi energetici e le infrastrutture di ricarica, come indicato dalle autorità locali, statali e federali. “

Tesla continuerà le consegne durante il periodo di spegnimento, poiché è in procinto di implementare “consegne senza contatto” ai clienti tramite l’applicazione per smartphone dell’azienda. I nuovi proprietari di Tesla saranno in grado di sbloccare le loro auto con l’app, firmare eventuali documenti rimanenti che sono stati collocati nell’auto e riportarli in un luogo di riconsegna in loco.


Leggi anche: Pensioni e legge di bilancio 2021, riparte l’indennizzo ai commercianti

Sei contee nella Bay Area di San Francisco hanno emesso un ordine di blocco sul posto lunedì, affermando che solo “attività essenziali” rimarranno attive durante quel periodo. Tesla ha tenuto fino ad ora aperta la fabbrica di Fremont, costringendo lo sceriffo della contea di Alameda ad annunciare che Tesla non è un’azienda essenziale e che avrebbe dovuto ridurre la fabbrica di Fremont alle sue operazioni più elementari.

Ti potrebbe interessare: Tesla ritira il personale dalla Germania per paura del coronavirus