Android Auto e Apple CarPlay causano incidenti? Ecco cosa dice uno studio

-
21/03/2020

Secondo uno studio condotto da « IAM RoadSmart » Apple CarPlay e Android Auto possono essere fonti di distrazione per i conducenti

Android Auto e Apple CarPlay causano incidenti? Ecco cosa dice uno studio

La tecnologia nelle auto è in aumento. Questo significa che vengono eliminati pulsanti e comandi a destra e sinistra, integrandoli in schermi ad alta tecnologia da cui si accede a tutti i sistemi del veicolo, configurazioni, comfort, multimedia o connettività che fornisce anche più cache. Ma il grosso problema è come gestire questi sistemi. I controlli e le superfici tattili lasciano il posto a comandi vocali avanzati, mentre altri sono accessibili dai controlli multifunzione sul volante. Ma nel caso di Apple CarPlay e Android Auto non è così facile.

Secondo uno studio condotto da « IAM RoadSmart » Apple CarPlay e Android Auto possono essere fonti di distrazione per i conducenti

Uno studio dell’organizzazione « IAM RoadSmart » che promuove la sicurezza stradale nel Regno Unito ha dimostrato che i conducenti sprecano molto tempo prestando attenzione allo schermo del sistema – circa 16 secondi – che aumenta i tempi di reazione del 57% per usare il dispositivo Apple e del 53 per cento per Google, un valore enorme rispetto all’aumento del 12% in reazione all’influenza dell’alcol o al 21 per cento per aver usato la cannabis.

Lo studio indica che quei 16 secondi, guidando a una velocità di 112 km / h, si trasformano in una distanza superiore a 500 metri. Per darti un’idea più realistica, il tempo di reazione durante l’invio di un messaggio di testo viene allungato del 35 per cento e del 46 per cento rispondendo a una chiamata e mantenendo la conversazione.


Leggi anche: Canone Rai: come ottenere il rimborso procedura e modulo

I responsabili dell’analisi spiegano che i driver hanno effettuato fino a tre round, il primo per misurare il tempo di reazione senza alcuna interazione con le piattaforme di connettività, un secondo con l’interazione tramite controllo vocale e un terzo tramite il touchscreen. Il risultato è che queste ultime due ipotesi rappresentano una distrazione, ma il pericolo insorto nella terza è maggiore.

Ti potrebbe interessare: Iliad: brutta sorpresa per gli utenti, scompare “Area Personale” e niente app su Android