BMW taglierà metà dei suoi motori a combustione dal 2021

-
13/03/2020

BMW: la casa bavarese ha annunciato che dal 2021 eliminerà progressivamente fino alla metà dei suoi motori a combustione

BMW taglierà metà dei suoi motori a combustione dal 2021

BMW ha annunciato che dal 2021 eliminerà progressivamente fino alla metà dei suoi motori a combustione con l’obiettivo di compensare i costi aggiuntivi legati allo sviluppo di nuove tecnologie elettrificate. Il passaggio all’auto elettrica è costoso, molto costoso. La casa bavarese ha presentato i risultati finanziari per l’anno 2019 con un aumento delle spese del 12% rispetto all’anno precedente. Pertanto il produttore tedesco prevede una serie di tagli a tutti i livelli che consentiranno di risparmiare 12 miliardi di euro da oggi fino alla fine del 2022.

BMW ha annunciato che dal 2021 eliminerà progressivamente fino alla metà dei suoi motori a combustione

Una delle principali strategie per ridurre i costi da parte della celebre casa automobilistica sarà il taglio del numero dei motori a combustione presenti nella gamma. In particolare, il 50% di quelli attualmente presenti verranno meno dall’anno 2021. Al momento BMW non ha confermato quali propulsori spariranno nei prossimi anni e se saranno sostituiti da nuovi motori elettrici.

La casa bavarese spera che le misure in questione possano essere prese partire dal 2022. Tuttavia, ha voluto rassicurare i seguaci del marchio assicurando che i motori che spariranno saranno quelli meno richiesti dai clienti. L’eliminazione di alcuni modelli non è esclusa. Anche in questo caso verrebbero tagliate vetture non particolarmente redditizia.


Leggi anche: Fisco e cartelle esattoriali: dal 1° maggio 2021 in partenza 15 milioni di atti, riprendono anche i pignoramenti

Questa decisione di BMW non rappresenta un ridimensionamento, ma piuttosto un adattamento ai nuovi tempi. Infatti, il produttore ha davanti a sé il lancio di unità come la i4 o la iNext, oltre alla presentazione di nuovi modelli ancora sconosciuti. Vedremo dunque come si evolverà la situazione all’interno della casa automobilistica di Monaco di Baviera nel corso dei prossimi anni.

Ti potrebbe interessare: Bmw e Porsche faranno debuttare online le nuove auto a causa del Coronavirus