Coronavirus: Fiat Chrysler produrrà mascherine in Asia

-
23/03/2020

Fiat Chrysler produrrà mascherine per il viso in uno dei suoi stabilimenti in Asia per fronteggiare l’emergenza coronavirus

Coronavirus: Fiat Chrysler produrrà mascherine in Asia

L’amministratore delegato di Fiat Chrysler, Mike Manley ha fatto un annuncio importante nelle scorse ore. Il numero uno del gruppo italo americano infatti avrebbe detto ai dipendenti che la sua azienda avrebbe aiutato con la produzione di mascherine per il viso durante l’emergenza del coronavirus. Mike Manley ha affermato che uno degli stabilimenti del gruppo in Asia sarà convertito per produrre maschere per gli operatori sanitari e raggiungerebbe rapidamente l’obiettivo di un milione di maschere al mese. Lo ha rivelato il rappresentante del sindacato UILM Gianluca Ficco, citando una lettera inviata dal CEO ai dipendenti.

Fiat Chrysler produrrà mascherine per il viso in uno dei suoi stabilimenti in Asia per fronteggiare l’emergenza coronavirus

Fiat Chrysler insieme alla Ferrari si è resa disponibile per aiutare in Italia un produttore di ventilatori che servono nelle terapie intensive degli ospedali italiani per fronteggiare l’epidemia di coronavirus. Nel frattempo il gruppo italo americano ha anche annunciato di aver limitato drasticamente le sue attività presso la sede principale del gruppo ad Auburn Hills negli Stati Uniti dopo l’ulteriore diffusione del coronavirus negli Stati Uniti e tra i dipendenti del gruppo italo americano. Questa notizia arriva dopo che FCA ha fermato la produzione di auto nei suoi stabilimenti in tutto il mondo. Anche il gruppo italo americano fortemente colpito dallo scoppio dell’epidemia vuole dunque dare il suo contributo per fermare l’emergenza.


Leggi anche: Pensioni, la ricerca Schroders: ecco perché gli italiani sono i più preoccupati d’Europa

Ti potrebbe interessare: Fiat Chrysler Automobiles: un suo dipendente ha il Coronavirus, ecco cosa sta accadendo