Coronavirus: Nissan interrompe la produzione a Barcellona

-
14/03/2020

Nissan ha deciso di interrompere la produzione nel suo stabilimento situato a Barcellona a causa dell’epidemia di coronavirus

Coronavirus: Nissan interrompe la produzione a Barcellona

Nissan ha preso una decisione importante. La casa automobilistica giapponese infatti ha deciso di interrompere la produzione nel suo stabilimento situato nella zona di libero scambio di Barcellona. Ciò è avvenuto a causa della mancanza di forniture causate dallo scoppio dell’epidemia di coronavirus COVID-19. I lavoratori sono stati rimandati a casa. Gli effetti che la pandemia causata dal coronavirus COVID-19 sta avendo sulla catena di approvvigionamento sono stati fondamentali per prendere questa decisione. Lo stabilimento della società nipponica ha esaurito i componenti necessari per produrre i diversi modelli che vedono la luce lì. Dopo un incontro con la direzione dell’azienda automobilistica, è stata presa la decisione di terminare l’attività sottolineando che saranno prese diverse misure a partire da lunedì 16 marzo prossimo.

Nissan ha deciso di interrompere la produzione nel suo stabilimento situato nella zona di libero scambio di Barcellona

È importante notare che l’interruzione della produzione nello stabilimento Nissan nella zona franca di Barcellona non avrà effetti davvero drammatici, poiché fino ad oggi lo stabilimento aveva funzionato al 20% della sua capacità. Attualmente sono quattro i modelli che vengono prodotti in quella fabbrica. I modelli Nissan fabbricati lì sono il furgone elettrico e-NV200 e il pick-up Navara. Vengono prodotti anche Renault Alaskan e Mercedes Classe X.

Ricordiamo che il modello Mercedes sarà presto interrotto perché le sue vendite sono state un clamoroso fallimento. Circa 3.400 persone lavorano nelle fabbriche della casa giapponese a Barcellona e Montcada i Reixac e circa 240 a Sant Andreu de la Barca. Vedremo dunque quali altre iniziative saranno prese dalla società nipponica nelle prossime settimane nelle sue fabbriche in Europa.


Leggi anche: Pensioni, la ricerca Schroders: ecco perché gli italiani sono i più preoccupati d’Europa

Ti potrebbe interessare: Nissan: la casa giapponese aggiunge un rivestimento altamente tecnologico per Qashqai, X-Trail e Micra