Coronavirus: PSA riavvia la produzione automobilistica a Wuhan

-
26/03/2020

Il gruppo PSA fa ripartire i suoi stabilimenti nella regione di Wuhan in Cina, epicentro dell’epidemia di coronavirus

Coronavirus: PSA riavvia la produzione automobilistica a Wuhan

La joint venture del gruppo PSA in Cina con Dongfeng Motor Group ha dichiarato di aver riavviato la produzione di auto nel suo stabilimento nella città di Wuhan, l’epicentro dell’epidemia di coronavirus cinese. PSA ha due stabilimenti di assemblaggio in Cina con Donfeng che costruiscono modelli Peugeot e Citroen per la Cina e altri mercati asiatici, a Wuhan e Chengdu.

Il gruppo PSA fa ripartire i suoi stabilimenti nella regione di Wuhan in Cina, epicentro dell’epidemia di coronavirus

La JV produce anche motori e trasmissioni in uno stabilimento di Xiangyang, alcuni dei quali esporta in Europa. PSA ha anche centri di ricerca e sviluppo a Wuhan e Shanghai. Una seconda Joint venture cinese con Changan Automobile, che costruisce e vende modelli DS, è in fase di scioglimento . Questo ha un impianto di assemblaggio, una fabbrica di componenti e un centro di ricerca e sviluppo nella città di Shenzhen, nel sud-est della Cina. Anche questo è un segno di come sia migliorata sensibilmente la situazione relativa all’epidemia di coronavirus nella regione cinese in cui tutto ha avuto inizio.

La notizia della riapertura delle fabbriche in Cina arriva in un momento in cui altri paesi, tra cui l’India, stanno facendo di tutto per interrompere la catena di trasmissione del virus. In quel paese la maggior parte delle case automobilistiche, tra cui Mahindra, Tata, Hyundai, Maruti Suzuki, ecc., hanno annunciato la sospensione delle operazioni nelle loro strutture. Si spera ovviamente che presto quello che sta avvenendo a Wuhan possa accadere anche nel resto del mondo.


Leggi anche: Whatsapp dal 2021 smetterà di funzionare su questi cellulari

Ti potrebbe interessare: Il coronavirus potrebbe causare problemi al matrimonio tra FCA e PSA