Ferrari continua i suoi sforzi per combattere la pandemia COVID-19

-
16/04/2020

La Ferrari ha iniziato a produrre valvole respiratorie e raccordi per maschere protettive nel suo stabilimento di Maranello

Ferrari continua i suoi sforzi per combattere la pandemia COVID-19

La Ferrari ha iniziato a produrre valvole respiratorie e raccordi per maschere protettive nel suo stabilimento di Maranello come una delle sue iniziative a supporto degli operatori sanitari che curano i pazienti con coronavirus. Il dipartimento in cui di solito vengono costruiti i prototipi delle auto produce questi componenti termoplastici utilizzando la tecnologia di produzione additiva.

La Ferrari ha iniziato a produrre valvole respiratorie e raccordi per maschere protettive nel suo stabilimento di Maranello

Alcune valvole sono state sviluppate da Mares, un produttore di attrezzatura subacquea, fatto su misura per adattarsi alle loro maschere in modo da creare maschere di emergenza per aiutare i pazienti che soffrono di insufficienza respiratoria. La logistica del progetto è stata gestita da Nuovamacut Gruppo TeamSystem, che ha anche contribuito alla ricerca delle diverse aziende che hanno contribuito al successo del progetto.

Altri accessori vengono forniti a Solid Energy, che li utilizzerà per trasformare le maschere per snorkeling Decathlon in ausili per proteggere gli operatori sanitari esposti alle infezioni. Nei prossimi giorni, la Ferrari prevede di produrre diverse centinaia di attrezzature già distribuite da alcune delle aziende coinvolte, con il coordinamento della Protezione civile italiana, a vari ospedali italiani tra cui quelli di Bergamo, Genova, Modena e Sassuolo e agli operatori sanitari nella città di Medicina, vicino a Bologna.

Ti potrebbe interessare: Formula 1: Ecclestone ritiene che Binotto non possa continuare a guidare la Ferrari