Fiat Chrysler e Renault: dopo l’addio di Bollorè si torna a parlare di fusione?

-
13/10/2019

Secondo indiscrezioni dopo l’addio del CEO Bollorè si potrebbe tornare a parlare di fusione tra Fiat Chrysler e Renault

Fiat Chrysler e Renault: dopo l’addio di Bollorè si torna a parlare di fusione?

Nei mesi scorsi si è parlato molto della possibile fusione tra Fiat Chrysler e Renault. Questa potrebbe creare uno dei più grandi gruppi automobilistici a livello mondiale. Come sappiamo però le trattative sono state interrotte negli scorsi mesi a causa dell’intervento del governo francese e delle perplessità dell’alleato di Renault, Nissan. Adesso però le cose potrebbero rapidamente cambiare. Infatti la rimozione del CEO di Renault Thierry Bollorè aiuterà la casa automobilistica francese a rattoppare la sua relazione con Nissan.

Dopo l’addio del CEO Bollorè si torna a parlare di fusione tra Fiat Chrysler e Renault?

Più avanti, inoltre potrebbe anche aprire la strada a un riaccendersi del tentativo del presidente Jean-Dominique Senard di fondere la casa automobilistica francese con Fiat Chrysler Automobiles. In Nissan, Bollorè  veniva visto come un retaggio negativo dell’era Ghosn e un ostacolo nel far sì che la loro alleanza appianasse le differenze. La sua partenza potrebbe anche gettare le basi per una cooperazione più ampia tra le due società.

Fiat Chrysler ha ancora bisogno di un partner e Nissan ha bisogno di aiuto ora più che mai”, ha dichiarato Tom Narayan, analista di RBC Capital Markets a Londra. Parlando con i giornalisti venerdì, Senard ha evitato di parlare di una fusione tra Fiat Chrysler e Renault, dicendo che per il momento non ci sono proposte sul tavolo. Invece, ha giustificato la decisione di sostituire Bollorè con la necessità di sistemare i rapporti con Nissan. “La nuova vita nell’alleanza richiede un nuovo governo”, ha detto Senard. “Non c’è futuro per la Renault senza l’alleanza”.

Una possibilità per evitare di cambiare la struttura del cross-holding sarebbe quella di creare una holding che dia uguale rappresentanza a tutti e tre i membri dell’alleanza, che include anche Mitsubishi Motors. Renault ha nominato Chief Financial Officer Clotilde Delbos, 52 anni, come sostituto temporaneo di Bollorè.

La mossa per sostituire Bollore “non è stata personale”, ha detto Senard, che avrebbe preferito che il CEO si dimettesse, ma il mandato di Bollorè aveva raggiunto il suo limite contro la pressante necessità per la casa automobilistica di andare avanti migliorando le sue prestazioni e lavorando con Nissan. Vedremo dunque se questo cambio della guardia al vertice della casa francese potrà realmente riaccendere le trattative per una fusione tra Fiat Chrysler è Renault. 

Ti potrebbe interessare: Alfa Romeo: in caso di fusione con Renault arrivano Alfetta e Spider?


Leggi anche: Bonus vacanze 2021, le novità: proroga con scadenza a fine anno grazie al Milleproroghe