Formula 1: Ecclestone ritiene che Binotto non possa continuare a guidare la Ferrari

-
23/03/2020

Bernie Ecclestone, ex capo della Formula 1, crede che Mattia Binotto non abbia le capacità per gestire una squadra come la Ferrari

Formula 1: Ecclestone ritiene che Binotto non possa continuare a guidare la Ferrari

Bernie Ecclestone, ex capo della Formula 1, crede che Mattia Binotto non abbia le capacità per gestire una squadra come la Ferrari e ritiene che il team del cavallino rampante abbia commesso un errore nel promuoverlo nel ruolo di caposquadra. Binotto è l’attuale capo del team Ferrari dopo essere subentrato a Maurizio Arrivabene. Tuttavia, la Ferrari non è riuscita a battere la Mercedes nella stagione 2019 con Binotto al timone, che per molti è stato visto come molto deludente considerando il modo in cui l’auto si è comportata nei test pre-stagionali. Ecclestone ritiene che la Ferrari abbia preso una decisione sbagliata con la sua promozione perché gli mancano le qualità di leadership necessarie per ricoprire un simile ruolo.

Bernie Ecclestone, ex capo della Formula 1, crede che Mattia Binotto non abbia le capacità per gestire la Ferrari

Secondo Ecclestone, Mattia Binotto è un ottimo ingegnere ma gli mancano le qualità necessarie per essere il leader di un team che è sempre al centro dei riflettori e in cui le pressioni sono elevatissime. Secondo l’ex numero uno della Formula 1, la persona giusta per questo ruolo sarebbe il suo grande amico Flavio Briatore. L’ex numero uno di Benetton e Renault sarebbe uno dei pochi in grado di impartire ordini ben precisi alla scuderia facendo capire ai piloti chi comanda. Bernie Ecclestone però ritiene improbabile che la Ferrari voglia mettere la sua scuderia nelle mani di uno come Briatore che finirebbe per impadronirsi della scuderia.


Leggi anche: Whatsapp dal 2021 smetterà di funzionare su questi cellulari

Ti potrebbe interessare: Binotto: la Ferrari “non è abbastanza brava” nei giochi politici della Formula 1