Formula 1: ecco come potrebbe essere il nuovo calendario per il 2020

-
14/04/2020

La Formula 1 avrebbe già ipotizzato un nuovo calendario in attesa di sapere se e quando la stagione potrà partire

Formula 1: ecco come potrebbe essere il nuovo calendario per il 2020

Il mondo continua a resistere all’epidemia di coronavirus. Nel frattempo, la Formula 1 si sta preparando a tenere di nuovo le gare e diverse possibilità di calendario sono sul tavolo. La Formula 1 sta già lavorando allo sviluppo di vari calendari di emergenza a seconda di quando e dove inizia la stagione. Molto probabilmente, tutti i circuiti cambieranno la loro data originale tranne Singapore, secondo la pubblicazione tedesca Auto Motor und Sport.

La Formula 1 avrebbe già ipotizzato un nuovo calendario in attesa di sapere se e quando la stagione potrà partire

Pertanto, secondo il calendario più probabile la stagione di Formula 1 dovrebbe iniziare a luglio con due gare tra Austria, Inghilterra o Francia. Poi ci sarebbero tre gare in agosto, tra Ungheria, Paesi Bassi, Belgio, Italia o un’altra delle gare europee posticipate. L’idea è che questi primi eventi si terranno a porte chiuse, anche se questo è qualcosa che l’organizzazione del GP dei Paesi Bassi ha già respinto.

In sintesi, si tratterebbe di un calendario diviso in blocchi per continenti. Dopo la stagione europea, si viaggerebbe in Asia con due gare a settembre, tra Singapore, Russia o Azerbaigian. Tre gare si terranno in Asia in ottobre: ​​Giappone, Vietnam e Cina. Se necessario, i Grand Prix di Formula 1 dureranno solo due giorni. A novembre sarebbe il turno di viaggiare in America, per i GP del Messico e del Brasile. La stagione si concluderebbe a dicembre con due gare in Bahrain e Abu Dhabi.


Leggi anche: Dolci tipici di Natale regione per regione vediamo quali sono

La Formula 1 ha fatto anche piani di emergenza nel caso in cui ci siano ancora restrizioni di viaggio all’inizio della stagione, come test frequenti per i membri del Grand Circus, viaggi su aerei noleggiati e alloggi in hotel specifici per evitare il rischio di infezione. Tutte queste idee sono sul tavolo questa settimana, ma potrebbero cambiare ancora vista la natura di questa crisi, che è in continua evoluzione.

Ti potrebbe interessare: Formula 1, Binotto: “È molto importante essere flessibili riguardo al calendario”