Le vendite di auto in Italia calano dell’85,42% a marzo a causa del coronavirus

-
02/04/2020

Le vendite di auto in Italia sono diminuite dell’85,42% a marzo in seguito allo scoppio dell’epidemia di coronavirus

Le vendite di auto in Italia calano dell’85,42% a marzo a causa del coronavirus

Le vendite di auto in Italia sono diminuite dell’85,42% a marzo in seguito allo scoppio dell’epidemia di coronavirus con conseguente blocco ordinato dalle autorità di combattere la diffusione dell’epidemia. Lo ha detto il ministero dei trasporti in una nota mercoledì. La quota di Fiat Chrysler nel mercato automobilistico italiano si è attestata al 16,4% a marzo rispetto al 25,4% del mese precedente.

Le vendite di auto in Italia sono diminuite dell’85,42% a marzo per il coronavirus

Le vendite di auto in Italia nel mese di marzo che si è appena concluso sono state esattamente 28.326 contro le 194.302 dello stesso mese del 2019. Si tratta dunque di un vero e proprio crollo che comunque era considerato inevitabile dagli addetti ai lavori vista la chiusura delle concessionarie e il blocco alla produzione a causa dell’epidemia di coronavirus.

Purtroppo le cose non miglioreranno nemmeno ad aprile visto che almeno fino a metà mese la chiusura totale del paese continuerà e successivamente se la situazione migliorerà si procederà ad una riapertura parziale. Un calo così grande delle vendite di auto in Italia non lo si aveva dai primi anni 60 quando ancora il processo di motorizzazione di massa nel nostro paese stava muovendo i primi passi. Se guardiamo ai primi 3 mesi dell’anno, le nuove vetture registrate sono 347.193, con un calo del 35,47%.  Si temono purtroppo danni irreversibili al settore.


Leggi anche: Bonus Natale 2020, in arrivo un cashback da 150 euro: cos’è, come funziona e come ottenerlo

Ti potrebbe interessare: In Germania l’industria automobilistica potrebbe perdere 100.000 posti di lavoro a causa del coronavirus