Lexus UX 300e: ecco il primo BEV del gruppo Toyota

-
22/11/2019

Al Motor Show di Guangzhou, Lexus ha presentato il suo primo veicolo di produzione a batteria elettrica: Lexus UX 300e

Lexus UX 300e: ecco il primo BEV del gruppo Toyota

Al Motor Show di Guangzhou, Lexus ha presentato il suo primo veicolo di produzione a batteria elettrica. È una versione BEV del modello SUV Lexus UX. La Lexus UX 300e ha una potenza di 150 kW e una capacità della batteria di 54,3 kWh. Lexus cita un’autonomia fino a 400 chilometri, ma questa è ancora basato sul ciclo NEDC ormai obsoleto mentre in quello WLTP, l’autonomia sarà significativamente più breve. Anche la potenza di carica massima di 6,6 kW (CA) o 50 kW (CC) non corrisponde a quanto ci si aspetterebbe da un BEV 2020 di un marchio premium. La batteria dovrebbe avere un sistema di gestione della temperatura che funziona a basse e alte temperature dell’ambiente. Sembra più un raffreddamento a liquido che un raffreddamento ad aria, ma non è stato specificato.

Al Motor Show di Guangzhou, Lexus ha presentato il suo primo veicolo elettrico: Lexus UX 300e

Il design della UX è appena cambiato rispetto alle versioni ibrida e con motore a combustione. La grande griglia del radiatore nel tipico design Lexus rimane presente nell’auto elettrica. La Toyota non approfondisce questo aspetto nel comunicato stampa, ma nelle foto si può vedere che la Lexus UX 300e ha due porte di ricarica, ognuna sopra la ruota posteriore. Lo standard cinese GB / T sopra la ruota posteriore sinistra e il tipo 1 sul lato opposto. Toyota però non ha ancora detto come la vettura apparirà nella versione europea.

Lexus UX 300e è programmato per essere lanciato in Cina e in alcuni paesi europei nel 2020 e in Giappone all’inizio del 2021, sebbene Lexus non abbia ancora menzionato i prezzi. Per riferimento, la UX in versione tradizionale è disponibile in Germania a partire da 33.950 euro per il modello a benzina, mentre l’ibrido costa almeno 35.900 euro.


Leggi anche: Canone RAI, per chi evade multa da 600 euro e rischio carcere

Ti potrebbe interessare: Toyota effettuerà test di guida autonoma di livello 4 nel traffico reale nel 2020