Mazda CX-30 ottiene punteggio record nei crash test Euro NCAP

-
13/11/2019

Mazda CX-30: il recente crossover della casa automobilistica giapponese ha ottenuto un punteggio record nei crash test di Euro NCAP

Mazda CX-30 ottiene punteggio record nei crash test Euro NCAP

Mazda CX-30 ha ottenuto un punteggio record nei crash test di Euro NCAP. Il SUV di medie dimensioni della famosa casa automobilistica giapponese ha raggiunto un punteggio record del 99% nella categoria Protezione degli occupanti degli adulti. Matthew Avery di Thatcham Research, che conduce test Euro NCAP nel Regno Unito, ha descritto il punteggio del suv CX-30 come “davvero impressionante”. Ha citato la struttura e le protezioni attive del SUV come elementi chiave per il raggiungimento di questo risultato davvero straordinario.

Mazda CX-30 ha ottenuto un punteggio record nei crash test di Euro NCAP

Il rappresentante di Euro NCAP ha pure aggiunto che “in caso di incidente, ci sono pochi posti più sicuri rispetto ai sedili anteriori della Mazda CX-30″. Il CX-30 ha inoltre ottenuto l’86% per la protezione dei minori, l’80% per gli utenti vulnerabili della strada e il 77% per le funzioni di assistenza di sicurezza.

Insomma un vero e proprio successo per il nuovo suv di Mazda che si dimostra come una delle auto più sicure in circolazione non solo nel suo segmento ma in generale nell’intero mercato. Una qualità sicuramente non da poco e che inevitabilmente non potrà non essere considerata dai clienti europei. 

Dobbiamo infine segnalare che Mazda CX-30 non è l’unica auto ad essere stata sottoposta nei giorni scorsi ai crash test di Euro NCAP. L’organizzazione indipendente ha infatti testato anche Mercedes-Benz GLB e Ford Explorer promuovendo a pieni voti anche a questi modelli, che infatti hanno ricevuto entrambi 5 stelle dopo essere stati sottoposti ai crash test di Euro NCAP.


Leggi anche: Canone RAI ancora in bolletta: chi deve pagarlo e come chiedere l’esenzione

Ti potrebbe interessare: Questa è la Mazda MX-30, un nuovo SUV elettrico che arriverà sul mercato nel corso del 2020