Tesla è ultima nello studio sulla qualità di JD Power 2020

-
25/06/2020

Il JD Power 2020 Initial Quality Study (IQS), rilasciato oggi, colloca Tesla in fondo alla sua classifica di qualità

Tesla è ultima nello studio sulla qualità di JD Power 2020

Il JD Power 2020 Initial Quality Study (IQS), rilasciato oggi, colloca Tesla in fondo alla sua classifica di qualità. È la prima volta che Tesla viene profilato nell’influente studio di qualità di JD Power. Questo studio è ampiamente considerato come il punto di riferimento del settore per la qualità dei nuovi veicoli. La metrica chiave sono i problemi riscontrati per 100 veicoli (PP100). Un punteggio più basso riflette meno problemi e, quindi, una qualità superiore. Tesla ha ricevuto un punteggio di qualità iniziale di 250 PP100 – o 250 problemi per 100 veicoli.

Il JD Power 2020 Initial Quality Study (IQS), rilasciato oggi, colloca Tesla in fondo alla sua classifica di qualità

I problemi di qualità di Tesla riguardano principalmente le imperfezioni della vernice, i pannelli della carrozzeria scarsamente adattati, i cigolii e i rumori, piuttosto che le funzioni di propulsione principale o di infotainment. Doug Betts, presidente della divisione automobilistica di JD Power, ha dichiarato a CNBC: “Questi sono principalmente il risultato della qualità di fabbrica. Inoltre, nell’ambito delle problematiche relative ai veicoli elettrici, presentano reclami relativi a un’autonomia inferiore al previsto. Inoltre l’indicatore di portata non è preciso.”

“A differenza di altri produttori, Tesla non ci concede il permesso di sorvegliare i suoi proprietari in 15 stati in cui è richiesto. Tuttavia, siamo stati in grado di raccogliere un campione abbastanza ampio di sondaggi dai proprietari negli altri 35 stati e, da quella base, abbiamo calcolato il punteggio di Tesla.”


Leggi anche: Bolletta del gas mensile: cos’è, come funziona e da quando

La California, il più grande mercato di veicoli elettrici negli Stati Uniti, non è stato incluso nello studio. JD Power ha dichiarato di aver deciso di profilare il produttore di auto elettriche in base ai circa 1.250 proprietari che è stato in grado di esaminare. La stragrande maggioranza degli intervistati possiede un Model 3.

Lo studio annuale, giunto alla sua 34a edizione, misura i componenti che falliscono e le funzionalità che sono difficili da usare, difficili da capire o non funzionano come vogliono i proprietari. Lo studio sulla qualità iniziale degli Stati Uniti del 2020 si basa sulle risposte di 87.282 acquirenti e locatari di nuovi veicoli modello del 2020 che sono stati esaminati dopo 90 giorni di proprietà.

Ti potrebbe interessare: Mercedes segue le orme di Tesla, renderà i veicoli aggiornabili per la guida autonoma