Un collezionista vende supercar per aiutare le persone colpite dal coronavirus

-
08/04/2020

Un collezionista dell’Indiana ha deciso di mettere in vendita le sue supercar con la promessa che assegnerà tutti i benefici alle persone colpite dal coronavirus

Un collezionista vende supercar per aiutare le persone colpite dal coronavirus

Un collezionista di automobili dell’Indiana ha deciso di mettere in vendita le sue supercar con la promessa che assegnerà tutti i benefici alle imprese e alle famiglie colpite dal coronavirus, che ha già causato oltre 12.000 vittime nel paese nordamericano. Poco dopo aver annunciato questa iniziativa, ha già venduto una Porsche 911 GT3 con 13.200 chilometri sul contachilometri. Nella lista ci sono anche una Porsche 911 GT2 RS del 2018 e una Ferrari F430 Spider del 2007, entrambe le supercar con soli 420 chilometri. Altri modelli sono una Chevrolet Corvette del 1966 e una Corvette del 1967 con 62.000 chilometri, una Lamborghini Gallardo del 2013 e una seconda Ferrari F430.

Un collezionista dell’Indiana ha deciso di mettere in vendita le sue supercar per aiutare le persone colpite da coronavirus

Il protagonista di questa storia è l’imprenditore che sta dietro la Ash Crest Collection. Il suo garage comprende modelli europei come la Ferrari LaFerrari e la McLaren P1, creazioni americane come la Ford GT e specialità del Giappone come la Nissan R33 GT-R. Ma ora il momento è eccezionale. In effetti, gli esperti avvertono che gli Stati Uniti non hanno ancora superato il picco della pandemia e alcuni calcoli suggeriscono che i suoi dati sulla mortalità supereranno di gran lunga quelli registrati in paesi europei come l’Italia o la Spagna. Quindi, questo imprenditore ha voluto contribuire con il loro granello di sabbia e raccogliere fondi per la causa.


Leggi anche: Cassa integrazione COVID Ristori Bis: come funziona la proroga e quanto dura, ecco le prime istruzioni Inps

“Vediamo molto dolore e sofferenza nella nostra comunità a causa del  Covid-19. Siamo stati fortunati e privilegiati ad avere le risorse necessarie per resistere a questa catastrofe, ma molte persone non le hanno”, ha scritto sui social network. “Riteniamo che le nostre auto possano servire a uno scopo più grande in questo momento, quindi intendiamo vendere una parte della nostra collezione di supercar e donare il 100% del denaro che riceviamo alle imprese e alle famiglie locali che hanno subito le conseguenze della crisi di Covid. -19 a Fort Mayne e Indiana nordoccidentale. ”

“Vogliamo chiarire che non abbiamo bisogno di vendere queste auto, vogliamo farlo. Tienilo a mente quando fai un’offerta e ricorda che stai supportando le persone che stanno attraversando un momento difficile in questo momento.” Se vuoi presentare un’offerta, puoi contattarci tramite messaggio diretto o scrivere una e-mail.

Ti potrebbe interessare: Tesla: i suoi veicoli presto parleranno con le persone come KITT di ‘SuperCar’