Multa bollo auto su auto venduta, non va pagata: ecco cosa fare

Multa per mancato pagamento del bollo auto su un auto venduta, cosa fare se al P.R.A. non risulta? Analizziamo le possibili alternative per non pagare.

Succede in molti casi che quando si vende un’auto, dopo poco arrivano: bollo auto, multe, ecc. Ma se il veicolo è stato venduto come mai le multe arrivano al vecchio proprietario? Ebbene, l’acquirente non ha trascritto al P.R.A. il passaggio di proprietà, e quindi il precedente proprietario rimane intestatario del veicolo. Cerchiamo di capire cosa fare rispondendo anche al quesito di una nostra lettrice.

Bollo auto non pagato e non dovute, cosa fare?

Salve, sono di Treviso. Ho una situazione da sottoporvi: mio marito ha venduto un’auto e tramite agenzia ha fatto tutte le pratiche. Qualche anno fa gli sono stati chiesti i bolli non pagati e dal PRA abbia appreso che lui né è ancora il proprietario. Cosa posso fare?? Grazie per ogni indicazione. Maddy

Auto non iscritta al P.R.A.

Per effetto della mancata iscrizione al P.R.A., il vecchio proprietario può essere chiamato a rispondere di tutte le conseguenze inerenti al possesso del veicolo, come in questo caso i bolli auto non pagati, ma anche danni provocati a cose e a persone, multe autostradali del Codice della Strada.

È possibile porre rimedi a questi spiacevoli eventi con una serie di provvedimenti: Trascrizione a tutela del venditore e Ricorso alla magistratura.

Trascrizione a tutela del venditore

La Trascrizione a tutela del venditore è prevista dall’art. 11 del D.M. 514/92; con questo provvedimento il venditore può autotutelarsi richiedendo egli stesso la trascrizione di un nuovo atto al P.R.A. Per poter effettuare tale operazione il venditore deve chiedere la trascrizione di un atto che reiteri la dichiarazione di vendita con scrittura privata autenticata, fatta al momento della vendita del veicolo. Per poter compiere questa operazione bisogna presentare il certificato di proprietà del veicolo o foglio complementare.

Dopo aver effettuato la trascrizione, l’intestazione del veicolo passerà a nome dell’acquirente (l’attuale possessore del veicolo); e contestualmente si procederà nei confronti dell’acquirente per recuperare l’imposta provinciale di trascrizione.

A carico del venditore che trascrive a sua tutela ci sono i seguenti costi da sostenere per un totale di  euro 50,16 ( per emolumenti 20,92  e bollo 29,24).

Ricorso alla magistratura

In questi casi quando l’auto venuta non è stata registrata al P.R.A., è possibile ricorrere al Giudice per ottenere una sentenza che riconosca l’effettiva vendita a favore di un soggetto che non ha provveduto alla trascrizione al P.R.A. Il documento da presentare che denuncia tale situazione è l’attestato con estratto cronologico relativo al veicolo, quest’attestato va richiesto agli sportelli P.R.A. è ha un osto di circa euro 20,82. Bisogna fornire tutte le generalità dell’acquirente e devono essere prodotte tutte le prove dell’effettiva vendita, ad esempio: pagamento dell’acquisto del veicolo; prove testimoniali, ecc.

La competenza del ricorso è presso il Giudice di Pace. Ci si può rivolgere al Giudice di Pace anche quando a non effettuare la trascrizione sia stata l’agenzia di pratiche auto, e risulti fallita o ha chiuso l’attività. In questo ultimo caso è possibile produrre agli atti la ricevuta dell’agenzia che attesti il pagamento dei compensi dovuti all’Agenzia per l’operazione di vendita.

I costi per la trascrizione al P.R.A. con provvedimento del giudice sono in totale euro 50,16 (emolumenti 20,92 e imposta di bollo di euro 29,24).

Bollo auto per mancata iscrizione: non va pagato

Dopo aver effettuato la trascrizione è possibile presentare un ricorso in autotutela dimostrando che i bolli non sono dovuti specificando le generalità del proprietario negli anni dell’imposta di bollo richiesta. Allegare anche trascrizione al P.R.A. da dove si evince che non si è più proprietari  del veicolo.

Consigliamo di leggere anche: Bollo auto: cosa fare in caso di prescrizione


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”