Multa per bestemmie e schiamazzi fino a 400 euro: ecco a cosa fare attenzione

Con un nuovo regolamento della Polizia Urbana di Padova, ha stabilito una multa di 400,00 euro per chi verrà sorpreso a bestemmiare e fa schiamazzi.

Lo ha deciso e stabilito un Comune in Provincia di Padova (ma sarebbe bene adottarlo ovunque), con un nuovo regolamento della Polizia Urbana, una multa di 400,00 euro per chi verrà sorpreso a bestemmiare contro le divinità di qualsiasi credo o religione in un luogo pubblico. Si tratta di un documento di 75 articoli che prevede anche altri obblighi da rispettare per i cittadini, come ad esempio, il divieto di utilizzare i tagliaerba nelle prime ore del pomeriggio, per evitare rumori molesti durante le ore di riposo. Ma come normale che sia, negli orari di riposo e dopo la mezzanotte, si dovrebbe avere il buon senso ed evitare di sentire musica ad alto volume, far giocare i figli a pallone, fare lavori domestici con aspirapolveri o scope elettriche rumorose, e tutto quello che possa arrecare fastidio ad altri.

Multa per bestemmie e schiamazzi

Ad approvarla poi la norma, ci ha pensato l’amministrazione, dove il Sindaco stesso, è rimasto molto sorpreso dal tanto rumore che ha creato la notizia; nel testo le bestemmie in pubblico sono definite atti contrari alla pubblica decenza e alla sensibilità di terze persone presenti, ed è stata presa dopo che sono giunte numerose segnalazioni da parte di cittadini su frasi blasfeme pronunciate spesso da giovani e giovanissimi, cosa ancora più grave, nei parchi cittadini. Quindi, tutti questi dissensi e dissapori, davvero non si riescono a capire.

Da Sud a Nord: vietato girare in costume, si rischiano multe salate

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062