Muore a 17 anni, il motivo? Un assorbente interno che ha causato uno choc tossico

Muore una ragazza di 17 anni per colpa di un assorbente interno.

Una ragazza di appena 17 anni muore dopo aver usato un assorbente interno, la causa è stata dovuta ad uno choc tossico dopo aver usato un tampone interno. Può capitare, bisogna essere davvero sfortunati, ma quando si verifica l’infezione se non presa in tempo può causare la morte.

Muore una diciassettenne per un’infezione dovuta ad un assorbente interno

Questa tragedia è avvenuta in una città belga, Walcourt. La ragazza di 17 anni è morta per una sindrome da choc tossico, un’infezione batterica che colpisce raramente le donne. Purtroppo questo tipo di infezione può insorgere anche per uno errato utilizzo dell’assorbente interno.

La famiglia della ragazza racconta che era una giovane piena di vita e che praticava sport, faceva molti progetti per il futuro e tutto è successo in 48 ore. L’utilizzo del tampone non è fatto per tenerlo per troppo tempo, le varie verifiche hanno dichiarato che il tampone era messo in modo corretto.

La ragazza tornata dalla palestra dopo circa due ore ha iniziato ad avere la febbre, dopo ancora è iniziato diarrea e vomito. Portata dalla guardia medica gli è stata diagnosticata un’influenza e di conseguenza è stata curata per questa patologia. Il giorno dopo la febbre non è scesa e addirittura la ragazza non riusciva ad alzarsi dal letto talmente le vertigini erano forte.

A questo punto al persistere della febbre forte la famiglia ha deciso di chiamare un’ambulanza, la ragazza è purtroppo morta dopo pochi giorni. É morta in ospedale guardando le sue serie tivu’ preferite, raccontano i genitori; pensassero si fosse addormentata e invece poi la tragica scoperta della sua morte.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp