Muore il pugile Patrick Day dopo un k.o. sul ring

Muore a soli 27 anni il boxer americano Patrick Day. La morte è avvenuta a causa di una sconfitta che ha portato all’uomo gravi lesioni.

Brutte notizie dal mondo delle sport, e in particolare, dal mondo del box. Muore il giovanissimo boxer Patrick Day a soli 27 anni. Il pugile americano stavo lottando da tre giorni al Northwestern Memorial Hospital di Chicago,dopo esser  stato ricoverato a seguito della sconfitta contro il connazionale Charles Conwell nello scorso week-end. Il giovane Patrick Day era stato mandato al tappeto alla decima ripresa, arrivando a subire una grave lesione cerebrale. Si è aspettato che arrivasse il momento del knockout subito alla Wintrust Arena, e da lì si è capito che le condizioni del pugile erano davvero serie, anzi “estremamente critiche”. Il boxer è morto questa notte e la notizia tragica della sua fine è stata riportata dal suo promoter, Lou DiBella, attraverso un post su Twitter.

Muore un giovane boxer americano, Patrick Day steso al tappeto

Non tutti conosciamo effettivamente il suo nome e  cui lui fosse, a differenza di veri appassionati di boxer.

La dinamica dei fatti che hanno portato il giovane ad una morte tragica è la seguente: dopo la sconfitta, Patrick Day ha perso conoscenza e un team medico è arrivato velocemente sul ring per valutare le sue condizioni.

Di seguito, il giovane è stato portato via in barella ed è stato ricoverato all’ospedale di Chicago.

Sempre grazie al suo promoter  Lou Di Bella sappiamo che

“Patrick è in coma a causa dell’infortunio che ha subito sul ring ed è in uno stato estremamente critico. Siamo colpiti dall’afflusso di tifosi, preghiere e offerte di assistenza da parte dell’intera comunità del pugilato”.

Vogliamo ricordare un po’ della sua vita: ha iniziato come un dilettante per poi arrivare ad essere professionista.

E’ stato vincitore di due titoli nazionali, ma anche il torneo Golden Gloves di New York ed è stato un sostituto della squadra olimpica nel lontano 2012.

Fa il salto di qualità diventando atleta professionista nel 2013 e ha conquistato il campionato WBC Continental Americas nel 2017 e il campionato intercontinentale IBF nel 2019.

L’ultimo riconoscimento risale a giugno 2019, quando è stato classificato nella top 10 sia dal WBC che dall’IBF.

 

Leggi anche:

Jean Todt torna a parlare di Michael Schumacher, ecco cosa ha detto


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.