Musei da casa: come visitarli in realtà virtuale

Al tempo del Coronavirus e del divano come tappa speciale, scopriamo come visitare i musei da casa, con la realtà virtuale.

Ormai, al tempo del Covid-19 bisogna fare tutto o quasi da casa. Anche lavorare, a breve anche procreare sarà ridotto ad una modalità virtuale di questo passo. Anche i musei da casa stanno diventando una curiosa alternativa grazie alla realtà virtuale.

Come visitare i musei da casa

Come si diceva poco sopra, ormai tutti è ridotto al distanziamento sociale. Anche la Fase 2, graduale e discutibile, sarà improntata su separazioni evidenti, dai risultati perfino grotteschi, come i tavoli coi plexiglass, in modalità colloquio carcerario, nei ristoranti. Anche visitare i musei è diventata una limitazione necessaria ai tempi della pandemia che tutte le libertà si porta via. Scopriamo, grazie alla realtà virtuale, come visitare i musei da casa.

Gli uffizi di Firenze in realtà virtuale: come visitarli?

Uno dei primi e più frequentati musei ad aderire all’iniziativa dei musei da casa è quello degli uffizi di Firenze. Scopriamo come farci un giro nell’arte che accompagna la galleria fiorentina, restando comodamente sul nostro divano. Una volta recatisi sul sito ufficiale della galleria degli uffizi di Firenze, potrete visitare gratuitamente ben 10 stanze in essa adibite a regola d’arte, come è il caso di dire.

1 – Sala delle Dinastie
2 – Sala di Giorgione
3 – Cappellina veneziana
4 – Anticamera della Decima
5 – Saletta di Tiziano
6 – Sala della Venere di Urbino di Tiziano
7 – Sala del naturalismo veneto
8 – Sala di Tintoretto
9 – Sala del Veronese
10 – Saletta del Veronese

In esse, sarà possibile visitare ben 55 opere d’arte, grazie alla realtà virtuale che vi farà muovere in tridimensionalità sul vostro pc, smartphone o tablet, all’interno delle stanze più desiderate d’ Italia, per tutti gli appassionati di Arte, s’intende. Non è chiaro, invece stabilire quando potranno essere ufficialmente aperti al pubblico i musei di Italia. Difficilmente vedremo riaperture di luoghi pubblici di questa portata, a partire dal 4 maggio. Ma, in realtà, difficilmente vedremo riaperture funzionanti, dal 4 maggio, a cominciare dal sistema confusionario dei trasporti. Che mai hanno funzionato bene, dal centro sud, nemmeno in tempo di “pace”.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp