Naspi, che succede quando si accede alla pensione di vecchiaia?

Cosa accade alla indennità di disoccupazione Naspi quando si presenta domanda di pensione? Bisogna comunicare qualcosa all’INPS?

Cosa accade al titolare di indennità di disoccupazione nel momento che presenta domanda di pensione? Bisogna comunicare qualcosa all’INPS? E necessario presentare qualche rinuncia scritta alla Naspi per avere diritto alla decorrenza della pensione di vecchiaia? Cerchiamo di risolvere il dubbio di un lettore.

Naspi e pensione di vecchiaia

Un lettore, per sua moglie, scrive chiedendo:

Mia moglie e titolare di naspi ma ha fatti domanda di pensionamento di vecchiaia il 12/7( 01 AGOSTO IN VIGORE)come funziona la cosa tenendo presente che ha ricevuto la naspi a luglio,( quella di giugno) ,  la naspi si interrompe automaticamente e subentra la pensione di vecchiaia oppure bisogna  comunicare qualche cosa  all’INPS???. Grazie e cordiali saluti 

Per chi raggiunge il diritto alla pensione di vecchiaia il diritto all’indennità di disoccupazione Naspi decade. Non è necessario presentare domanda di pensione, quindi, visto che la Naspi decade al raggiungimento dei requisiti di accesso. E la decadenza è automatica, senza bisogno di comunicare nulla all’INPS.

Nel caso di sua moglie, però, mi sorge un dubbio. Avendo presentato domanda di pensione il 12 luglio è molto improbabile che la liquidazione della pensione avvenga dal 1 agosto o anche dal 1 settembre… i tempi dell’INPS nella gestione delle pratiche di pensione sono piuttosto lunghi e se prima dell’emergenza sanitaria si parlava di un’attesa di 4 mesi almeno, probabilmente con l’emergenza in corso i tempi si allungheranno ulteriormente.

Ferma restando la decorrenza della pensione di sua moglie al 1 agosto 2020, probabilmente i primi pagamenti della stessa non arriveranno nell’immediato. Quando sarà liquidata la pensione però, partendo il diritto dal 1 agosto, le saranno riconosciuti tutti gli arretrati spettanti.

Il mio dubbio riguarda, invece, il fatto che la Naspi potrebbe continuare ad essere erogata magari fino alla liquidazione della pensione e in questo caso, di fatto, si andrebbe a sovrapporre al trattamento pensionistico (anche se poi liquidato in ritardo) e l’INPS potrebbe chiedervi la restituzione della somme erogate a titolo di indennità di disoccupazione da agosto in poi.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.