Naspi e requisiti contributivi necessari per ottenerla

Quali sono i periodi da tenere in considerazione per la determinazione del quadriennio per la Naspi? Vediamo i periodi nulli e come vanno neutralizzati.

Per chi perde involontariamente il lavoro esiste l’indennità di disoccupazione (Naspi o Dis Coll rispettivamente per dipendenti e collaboratori), Per poter accedere all’indennità di disoccupazione, in ogni caso, è necessario ad essere in possesso di precisi requisiti contributivi nell’anno precedente all’evento di disoccupazione e nei 4 anni che precedono la domanda. Vediamoli nel dettaglio.

Naspi e requisiti contributivi

Un lettore scrive:

Buongiorno,
Lavoro per una multinazionale che ha messo noi dipendenti in cigd a zero ore in aprile e maggio e probabilmente anche a giugno lo sapremo a breve, se nn erro i licenziamenti sono  stati bloccati per tutto agosto ma i timori sono tanti.
Mi rivolgo a voi su suggerimento di una collega, poiché dovrei andare in pensione il 1°ottobre 2021 ho saputo, ma vorrei da voi conferma, che dalla eventuale data del licenziamento si può usufruire, e vorrei sapere come, della indennità di disoccupazione con la quale si arriva alla data della pensione, purché per i 4 anni precedenti tale data si sia lavorato per 52 settimane l’anno,  poiché per questo anno in corso ho subito incidente grave mentre mi trovavo in vacanza che mi ha fermata da ottobre fino a febbraio e poi a marzo ho ripreso l’attività per due settimane ma poi è stata sospesa a tutti per il Covid19, dopodiché è subentrata la Cassa Integrazione in deroga.
Quindi nel mio caso la malattia  come viene considerata ai fini della eventuale indennità di disoccupazione? Conterà nel calcolo delle 52 settimane per ottenerla?Spero di essermi spiegata chiaramente e poiché sono molto molto preoccupata confido in un vostro cortese chiarimento.
Grazie e buona giornata

I requisiti per poter accedere all’indennità di disoccupazione Naspi sono:

stato di disoccupazione involontario: possono accedere alla Naspi coloro che perdono il lavoro involontariamente (licenziamento, anche collettivo, o termine del contratto a tempo determinato, ma anche dimissioni per giusta causa) mentre chi presenta dimissioni non ha diritto alla misura

• possedere almeno 30 giorni di lavoro effettivo nei 12 mesi precedenti all’evento di disoccupazione

• possedere almeno 13 settimane di contributi accreditati nei 4 anni precedenti all’evento di disoccupazione.

Nel suo caso, quindi, nonostante incidente, malattia e cassa integrazione, il diritto alla disoccupazione ci sarebbe in ogni caso.

In ogni caso, però, nella determinazione dei 4 anni da prendere in considerazione sono considerati nulli, perchè non coperti da contribuzione effettiva ma figurativa, i periodi di malattia e infortunio non coperti da integrazione da parte del datore di lavoro, periodi di cassa integrazione a zero ore, assenze per congedi. Considerandosi questi perdiodi come netri ed esclusi, quindi, dal computo della Naspi. Questo significa che quando si considera il quadriennio da prendere in esame questi periodi  non utili, vanno neutralizzati allungando il quadriennio di riferimento di un periodo pari a quello dei periodi nulli.

Nel suo caso, quindi, il periodo di malattia e cassa integrazione non deve essere considerato nel quadriennio da prendere in considerazione e lo stesso va allungato di tante settimane quante sono state quelle di malattia e cassa integrazione.

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.