Nave Diciotti i 177 migranti bloccati da Salvini ma accolti con l’arancino dai Catanesi

La nave Diciotti è arrivata con 177 migranti soccorsi al largo di Lampedusa . Bloccati dal ministro Salvini ma accolti dai catanesi con gli arancini.

La nave Diciotti è arrivata a Catania alle 23.30 di lunedì 20 agosto con 177 migranti di cui 29 minori soccorsi al largo di Lampedusa dopo 5 giorni di navigazione. Bloccati dal ministro Salvini ma accolti dai catanesi con gli arancini.

Il ministro Salvini non ha dato il permesso allo sbarco in attesa che ci sia una ripartizione tra i Paesi Europei dei migranti.

Mentre l’Europa sembra ferma al palo il premier Conte dichiara sui social: “Ma l’Europa vuole battere un colpo? Ancora una volta l’Italia sta mostrando il suo volto umanitario, ma il prezzo non può essere rimanere abbandonata a se stessa”. Gli fa eco anche Toninelli.

Ma si può gestire un Paese o una emergenza solo con dichiarazioni social?

 Sul portale ufficiale di Governo e Ministero degli Interni sino ad oggi non appare nulla di questa altra emergenza umanitaria.

Intanto il  procuratore di Agrigento, Luigi Patronaggio, salito oggi a bordo della nave, ha aperto un’indagine per sequestro di persona e arresto illegale per il trattenimento dei migranti a bordo. L’inchiesta è a carico di ignoti. Oltre ad Agrigento, sulla vicenda indaga anche la Dda di Palermo, che ha invece aperto un’inchiesta ipotizzando il reato di associazione a delinquere finalizzata al traffico di esseri umani. Anche i PM di Catania hanno deciso di aprire un fascicolo  per accertare l’esistenza di eventuali reati.

Controcorrente alla linea della maggioranza di governo è il presidente della Camera Fico che in un tweet ha dichiarato: La giusta contrattazione con i Paesi dell’Unione europea può continuare senza alcun problema, adesso però le 177 persone – tra cui alcuni minori non accompagnati – devono poter sbarcare. Non possono essere più trattenute a bordo, poi si procederà alla loro ricollocazione nella UE”

Il vicepremier Salvini in serata tramite diretta facebook dopo il sermone populista ha acconsentito allo sbarco dei migranti che non hanno ancora 18 anni. E risponde a Fico, che in giornata si era schierato contro il governo, chiedendo di far scendere a terra tutti i 177 migranti: “Tu fai il presidente, io il ministro”.

I 29 minori 

I minori non accompagnati, che hanno avuto il permesso via facebook di sbarcare dalla nave Diciotti, sono 27 ragazzi eritrei tra i 14 e i 16 anni e due bambine. Saranno trasferiti in due centri di accoglienza messi a disposizione dai Servizi sociali del Comune di Catania.

Arancini per l’accoglienza

 “Noi catanesi compreremo subito 177 arancini e andremo tutti insieme al porto… ad accogliere. Tutti pronti!”. L’invito di un gruppo di artisti catanesi che hanno lanciato questo evento incontrandosi ieri  alle 20.30 al porto di Catania per compiere un gesto di accoglienza ai 177 migranti che da lunedì sera sono a bordo di nave Diciotti della Guardia costiera, in attesa dell’autorizzazione allo sbarco.

Decine e decine di catanesi, in maniera assolutamente spontanea, si sono dati appuntamento per mercoledì 22 agosto, alle 20,30, davanti al porto con un arancino per dimostrare in modo pacifico che Catania è una città accogliente e i Catanesi un popolo libero e aperto e disposto alla Cultura del Dialogo.


Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest – Youtube – contattaci su Whatsapp al nuovo numero 3516559380 - inserite questo numero in rubrica e inviarci il seguente messaggio tramite whatsapp: "notizie", vi risponderemo il prima possibile.

Mariangela Palmisano

Guida ed accompagnatrice turistica. Giornalista pubblicista da luglio 2016. Mamma di 3 figli (Cosimo, Anna e Francesco Pio) Presidente de "l'occhiazzurra" una associazione culturale fondata dalla mia defunta cugina la poetessa Angela Palmisano. Amo il mio Paese e non amo le ingiustizie e le persone incoerenti.
Follow Me: