Nel Dl dignità sanzioni pesanti anche sul “gratta e vinci” e non solo: ecco tutte le novità

Dl Dignità e la stretta sul gioco d’azzardo, anche sul “gratta e vinci”: ecco cosa è stato previsto

Il dl dignità ha stabilito l’aumento delle sanzioni per chi viola i divieti sulla pubblicità dei giochi e sulla sponsorizzazioni. Anche nei gratta e vinci, come è già previsto per i tabacchi, bisogna segnalare i relativi rischi connessi al gioco d’azzardo.

Il dl dignità ha previsto anche molte altri provvedimenti che spaziano dal gioco d’azzardo alla politica del lavoro. Queste novità introdotte in sede di conversione in legge del dl dignità n.87/2018 prevede un aumento della quota da pagare da parte del datore di lavoro in caso di licenziamento illegittimo, per non incorrere in una causa, questa passerà da 2 a 18 mensilità a 3 a 27 mensilità.

Di seguito elenchiamo qualche principale provvedimento previsto dal dl dignità che ora è all’esame del senato.

Contratto a termine nuovi provvedimenti

Il contratto a termine è stipulabile liberamente, dal 14 luglio, se ha una durata fino a 12 mesi senza dover giustificare. Bisogna invece giustificare se si stipula un contratto durata superiore a 12 mesi e comunque fino a 24 mesi. La principale modifica introdotta è il rinvio della stretta a novembre limitatamente ai contratti in corso. Proroghe e rinnovi di contratti stipulati prima del 14 luglio, data in cui è entrata in vigore del dl n. 87/2018, quindi, restano libere, senza necessità di causa fino al 31 ottobre. L’applicazione della riforma è integrale, invece, per i contratti a termine stipulati dal 14 luglio.

I contratti per badanti e colf non prevedono l’aumento dell’addizionale

Dal 14 luglio l’addizionale contributiva dovuta sui contratti a termini è passata dal 1,4% al 1,9% in caso di ciascun rinnovo. La legge di conversione escluderà da tale aggravio i domestici (colf, badanti ecc.).

Contributi esonerati fino al 2020

I contributi verranno esonerati fino al 2020 della decontribuzione già vigente quest’anno, in caso di assunzioni a tempo indeterminato di under 35 (e non under 30).

decreto dignità

Introduzione di incentivi per l’occupazione

Il dl dignità ha stabilito che un’impresa decade dal beneficio degli incentivi se riduce l’occupazione nell’unità produttiva o nell’attività interessata, in misura superiore al 50% (novità rispetto alla norma in vigore) nei cinque anni successivi all’investimento. Se la riduzione non supera il 10% non c’è sanzione; se supera il 10% e fino al 50% c’è decadenza dal beneficio in proporzione alla riduzione dell’occupazione.

In caso di licenziamenti illegittimi cosa succede

In caso di licenziamenti illegittimi è previsto un incremento degli indennizzi, l’indennità variava tra 4 e 24 mensilità; con le nuove norme, dal 14 luglio, varia tra 6 e a 36 mensilità. A ciò la camera ha aggiunto l’incremento dell’offerta di conciliazione in caso d’impugnazione di un licenziamento: oggi, l’offerta varia tra 2 e 18 mensilità; con la legge di conversione passerà tra 3 e 27 mensilità.

Le novità in ambito fiscale

I dl dignità ha previsto anche molte novità in ambito fiscale, uno di questi è la proroga dell’avvio della fatturazione elettronica per i benzinai e la possibilità di utilizzare fino al 31 dicembre 2018 la scheda carburante, purché i pagamenti siano effettuati in maniera tracciabile.

Inoltre è stata Inserita la possibilità di compensazione con i crediti verso le pubbliche amministrazioni anche per i carichi affidati alla riscossione fino al 31 dicembre 2017. Infine è stato Introdotto, per chi ha deciso per la fatturazione elettronica tramite il sistema di interscambio Sdi, l’esonero dalla registrazione delle fatture emesse e ricevute.

Decreto Dignità si attende l’approvazione al Senato, tutte le novità introdotte

Spesometro 2018, le nuove scadenze nel decreto Dignità, tutte le novità

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.