Chi non paga i debiti umiliato in pubblico, ecco dove

In Cina i debitori che non saldano i propri debiti sono umiliati pubblicamente: ecco il provvedimento.

Entro al fine dell’anno si attuerà in Cina la pubblica umiliazione dei debitori che non riescono a saldare i propri debiti, attraverso una lista nera pubblica e consultabile da tutti via web sulla quale saranno riportati i nomi di tutti coloro che non sono riusciti a restituire somme prese in prestito.

A riportarlo è l’agenzia Xinhua la quale riferisce che oltre ai nomi degli insolventi sulla lista saranno pubblicati anche alcuni dei loro dati personali.

In Cina la derisione di coloro che vengono chiamati “laolai”, ovvero mutuari scrocconi, è già una prassi, ma il mettere in piedi un sistema di politica pubblica codificato sarà una vera e propria vergogna per chi non riesce a onorare i propri debiti.

A varare il provvedimento che renderà pubblici i mutuari inaffidabili è stata la Corte Suprema del Popolo e la Commissione di vigilanza bancaria della Cina.

Cosa accadra agli insolventi una volta finiti nella lista nera? I nomi saranno consultabili non solo via web ma anche tramite giornali, tv e radio e la lista conterrà oltre a nome e cognome  del debitore anche il suo numero di documento d’identità con fotografia, indirizzo e ammontare del debito.

Alcune province cinesi si sono già attrezzate per attuare una collaborazione con le compagnie telefoniche per fare in modo che i numeri di telefono degli insolventi siano associati al seguente messaggio “La persona che sta cercando è stata messa in una lista della corte per non aver onorato i propri debiti. Per favore, intimi a questa persona di rispettare i suoi obblighi legali” che verrà riprodotto ogni volta che che qualcuno lo chiamerà.

Redazione

Notizie scritte dalla redazione di cronaca, notizie, salute, viaggi, gastronomia e musica di NotizieOra.