16enne vittima di bullismo: arrestati due coetanei con l’accusa di persecuzione ed estorsione

-
05/05/2018

Ragazzo 16 enne vittima di bullismo per un anno da parte di due suoi coetanei, ecco dove:

16enne vittima di bullismo: arrestati due coetanei con l’accusa di persecuzione ed estorsione

Lesioni e minacce ad un compagno, in manette due sedicenni accusati di bullismo.

I carabinieri di Zogno, hanno arrestato due ragazzi di 16 anni con l’accusa di lesioni e minacce, nei confronti di un loro compagno di classe. Sembrerebbe che abbiano agito in concorso, e che abbiano fatto violenza fisica e psicologica verso un loro coetaneo.

Un altro episodio di bullismo tra i ragazzini, mette in grande preoccupazione tutti i genitori.

I due sedicenni, arrestati dai carabinieri, sono stati accusati di aver perseguitato l’altro ragazzino, ancora non si conoscono le cause precise dell’episodio di bullismo. Indagini in corso anche per quanto riguarda la denuncia che ha portato all’ arresto dei due ragazzini sedicenni.

Minacce, tanta violenza fisica ed estorsioni di soldi, un altro orribile caso di bullismo nelle scuole italiane.

Succede tutto in provincia di Bergamo a Zogno. Per circa un anno, un ragazzo sedicenne, vittima del bullismo, da parte di due suoi coetanei, trova finalmente il coraggio e denuncia le continue violenze subite.

Si dovrebbe puntare sulla formazione e prevenzione, sia sui ragazzi che sui loro genitori. Questi continui episodi di bullismo, scatenano motivo di preoccupazione per tutte le scuole.

Troppa superficialità nell’insegnamento delle buone maniere?

Gli arresti per i due sedicenni, sono avvenute dopo una rigida ordinanza emessa dal tribunale dei minori.

Secondo le statistiche, purtroppo in Italia un ragazzo su due è vittima di bullismo, questo spaventa tantissimo tutti noi, e mette allerta massima anche nelle scuole. Probabilmente non basta solo cercare di parlare con i ragazzi di smettere con questi episodi brutti di violenza vera e propria, forse servono misure più severe.

I due sedicenni adesso, avranno tempo di riflettere sulla gravità di quello che hanno fatto per circa un anno.

Adesso i due ragazzini arrestati dai carabinieri di Zogno, si trovano in una comunità per minori nella provincia di Bergamo. I due adolescenti, dovranno adesso rispondere di lesioni aggravate e minacce verso un loro compagno di classe.