20enne uccisa e gettata in un pozzo: il compagno confessa

-
19/03/2018

Il compagno dopo un lungo interrogatorio confesso l’omicidio di Laura, 20 anni, accoltellata e gettata in un pozzo.

20enne uccisa e gettata in un pozzo: il compagno confessa

Laura Petrolito è morta in maniera orribile: accoltellata e gettata in un pozzo. 20 anni, mamma di 2 bambini, una vita difficile, una morte atroce. Così hanno titolato i giornali sulla vicenda riguardante la fine della vita di questa giovanissima donna la cui scomparsa era stata denunciata dal padre che non era riuscito a mettersi in contatto con lei nè con il compagno Paolo Cugno.

Proprio il compagno, dopo un lunghissimo interrogatorio, è crollato ed ha confessato ed ora è in stato di fermo poichè le indagini dovranno chiarire se l’omicidio lo abbia commesso da solo o se si sia fatto aiutare da qualcuno ad occultare il cadavere.

Il corpo straziato da numerose coltellate della giovanissima Laura è stato, indatti, ritrovato all’intenro di un pozzo artesiano nelle colline di Canicattini Bagni, nel Siracusano. Solo alcune parte in metallo della struttura hanno impedito ai poveri resti di finire sul fondo del pozzo. Da un primo esame dei resti la morte sembrerebbe essere sopraggiunta intorno alle 22 del 18 marzo mentre la scoperta del corpo risale a questa mattina, 19 marzo.

I rapporti di Laura con il compagno sembravano buoni e ieri,appunto, erano uscita per una passeggiata, da cui non hanno fatto rientro, dopo aver lasciato il figlio di 8 mesi con il padre di Laura.


Leggi anche: La mamma di Laura, la giovane accoltellata, ‘Non l’ho abbandonata’

Gli inquirenti spiegano che “Stiamo ricostruendo la vita della ragazza e la situazione di coppia non ci appare serena – dichiara il comandante dei carabinieri Luigi Grasso – Sembra che Laura litigasse spesso con il compagno ma al momento è difficile dire di più” e “Abbiamo diverse persone sottoposte a interrogatorio: – spiega – è fondamentale ricostruire gli ultimi spostamenti della vittima e le persone che ha frequentato. Dobbiamo anche capire se c’è un legame con il luogo dove è stato ritrovato il cadavere”.

Leggi anche: Donna di 31 anni uccisa davanti alla scuola della figlia a Napoli, ricercato il marito