Abusi a Firenze: “licenziati” i due Carabinieri indagati

-
12/05/2018

“licenziati” i due carabinieri accusati di abusi sessuali a Firenze: udienza fissata per il prossimo 30 maggio.

Abusi a Firenze: “licenziati” i due Carabinieri indagati

L’Arma dei Carabinieri ha destituito i due miliatari indagati dalla Procura di Firenze accusati di aver abusato sessualmente delle due studentesse americane nella notte tra il 5 e il 6 settembre 2017.

A confermare che Marco Camuffo e Pietro Costa hanno perso il lavoro sono gli avvocati difensori dopo il termine dell’indagine disciplinare avviata in seguito alla denuncia da parte della due giovani statunitensi che avevano accusato i militari di stupro.

Ora i due carabnieri son in attesa del loro rinvio a giudizio.

I fatti della notte tra il 5 e 6 settembre

I due carabinieri furono chiamatinella notte tra il 5 e il 6 settembre 2017 per una rissa nella discoteca Flo sul Lungarno. Dopo aver svolto il loro incarico i due militari si trattennero nel locale e “rimorchiarono” due giovani americane che riaccompagnarono a casa usando l’auto di servizio. L’auto di servizio, però, può essere usata in tal senso solo in casi eccezionali e proprio da questo comportamento arriva la destituzione dal servizio dei due militari.

Per il prossimo 30 maggio è fissata l’udienza davant al Tribunale militare nel procedimento nato in parallelo in seguito all’indagine della Procura.

Una delle prove contro i militari è rappresentata dal numero di cellulare salvato da una delle due ragazze dopo il fatto. Ma il difensore di uno dei due militari fa notare che sarebbe il primo caso in cui uno stupratore lascia il proprio numero di telefono alla vittima.