Agenzia delle Entrate: chiarimenti sulla detrazione per impianti fotovoltaici

Detrazione al 50% per i sistemi di accumulo di impianti fotovoltaici: ecco i chiarimenti forniti qualche giorno fa dall’Agenzia delle Entrate.

Detrazione al 50% impianti fotovoltaici

L’Agenzia delle Entrate, in risposta al quesito posto da un contribuente, ha chiarito la situazione sugli impianti fotovoltaici. Il 19 settembre 2018 ha, infatti, pubblicato un documento al riguardo. “Detrazione d’imposta prevista per gli interventi finalizzati al risparmio energetico“, l’oggetto del documento è questo. Si parla dell’argomento nel particolare, approfondendo anche sulle spese sostenute per l’acquisto e il montaggio di un sistema di accumulo collegato ad un impianto fotovoltaico.

Il quesito posto dal contribuente riguarda proprio quest’ultimo punto. Nella domanda si fa riferimento all’acquisto e montaggio di un sistema di accumulo collegato ad un impianto fotovoltaico, già precedentemente installato. L’uomo sostiene di non aver mai fruito della detrazione IRPEF che gli spetta. Inoltre, precisa che il sistema di accumulo è stato installato per uso personale e l’energia accumulata non verrà commercializzata.

La risposta dell’Agenzia delle Entrate

Il contribuente sostiene di aver diritto alla detrazione per le spese sostenute per l’acquisto e il montaggio del sistema di accumulo. L’Agenzia delle Entrate ha risposto con un documento molto dettagliato che fa chiarezza sulla situazione. Qui viene preso in considerazione l’art. 16-bis del DPR 22 dicembre 1986, n. 917, sulle imposte sui redditi (TUIR).

Questo articolo prevedeva che dall’imposta lorda si detragga un importo pari al 36% delle spese documentate, fino ad un ammontare complessivo delle stesse non superiore a 48.000 euro per unità immobiliare. Il decreto legge n. 83 del 2012 ha, poi, determinato l’aumento dell’importo dal 36% al 50%, ma anche l’ammontare complessivo delle spese ammissibili per detrazione, il cui limite è diventato 96.000 euro.

Agenzia delle Entrate: chiarimenti sulla detrazione per impianti fotovoltaici

Abitazione dotata di impianto fotovoltaico e sistema di accumulo

Per quanto riguarda le spese per l’installazione dell’impianto fotovoltaico, la circolare del 27 aprile 2018, n. 7 ha ribadito che, per usufruire della detrazione, è necessario che l’impianto sia installato per far fronte ai bisogni energetici dell’abitazione (cioè per usi domestici, di illuminazione, alimentazione di apparecchi elettrici, ecc.).

Detrazione per sistema di accumulo

Inoltre, il direttore dell’Agenzia delle Entrate chiarisce un ultimo aspetto. Nel quesito al quale si risponde, il contribuente parla di un sistema di accumulo e chiede di sapere se può portare in detrazione le spese sostenute per l’acquisto e montaggio di quest’ultimo. Un sistema di accumulo ha la funzione di immagazzinare l’energia prodotta avanzata dall’impianto fotovoltaico e di rilasciarla nel momento in cui questo non riesce a sopperire alle esigenze energetiche. In base a precisazioni rese dal Ministero dello sviluppo economico, l’installazione di un sistema di accumulo non può essere ritenuta un intervento per ottenere un risparmio energetico.

Nel caso in cui si installasse il sistema per migliorare le potenzialità dell’impianto, allora è possibile usufruire della detrazione. In ogni caso il limite di spesa ammesso alla detrazione rimane di 96.000 euro e riguarda sia l’impianto fotovoltaico che il sistema di accumulo.

Sara Gatto

Ciao a tutti! Sono Sara, ho 20 anni e sono una studentessa. Il mondo della comunicazione è ciò che più mi interessa, in particolare il cinema, la musica e l'arte in generale. Spero che i miei articoli vi siano d'aiuto e che, oltre la curiosità, siano capaci di alimentare i vostri interessi.