Alberobello, week end all’insegna della storia con “La Notte dei Briganti”.

l 18 e 19 agosto ad Alberobello si ritorna al passato durante questo fine settimana. Indietro fino all’Unità d’Italia e al periodo del fenomeno del Brigantaggio post unitario.

Alberobello ritorna al passato durante questo fine settimana. Si torna indietro sino all’Unità d’Italia e al periodo del fenomeno del Brigantaggio.

Il 18 e 19 agosto presso la “Casa Rossa” a pochi chilometri dal centro di Alberobello, sulla via per Mottola,  circa 100 figuranti metteranno in scena la 12^ edizione de “La Notte dei Briganti” organizzata dall’ Associazione Sylva Tour and Didactics .

Cos’è il Brigantaggio

Il brigantaggio post-unitario fu una rivolta anti-sabauda e generalmente anti-unitaria, interessò quasi esclusivamente i territori meridionali continentali ex-borbonici. Interessò fasce della popolazione meridionale che manifestava un  malcontento verso il processo di unificazione che aveva portato ad un improvviso peggioramento delle condizioni economiche dei braccianti del meridionale, che erano  abituati ad una condizione economica seppur povera ma sopportabile con un costo della vita moderato, bassa pressione fiscale e dalla libera vendita dei prodotti agricoli. Il popolo del sud  si trovò a dover fronteggiare un nuovo regime fiscale per loro insostenibile e una regolamentazione del mercato agricolo svantaggiosa per loro sotto ogni aspetto. Una condizione che con il tempo ha generato la cosiddetta “questione meridionale”.

La manifestazione

Il tema di quest’anno è tratto da una frase di Tito Livio: “Nessuna lealtà è dovuta al traditore”.

La storia si snoda in 7 scene in gli  attori interpretano personaggi realmente esistiti coinvolti nelle vicende legate al fenomeno del brigantaggio e al contesto del meridione post unitario. La sceneggiatura, infatti, basata su studi attenti e approfonditi, cercando di proporre un racconto attraverso l’occhio dei protagonisti.

Nelle scene si riconoscono i personaggi più illustri del tempo come il sindaco, il prefetto e  il capitano della Guardia Nazionale nonché  la gente comune, i poveri contadini e i briganti.

Le 7 scene saranno così suddivise:

–              Una cena “decisiva”

–              Aspettando Don Tommaso

–              La strana affezione della baronessa

–              La supplica di Caruso

–              Una nuova scienza

–              Un pasto indigesto

–              Una scelta “decisiva”

La location

Le scene si terranno presso la  ex-Fondazione Gigante, conosciuta come “Casa Rossa”, un luogo importantissimo per la storia della città di Alberobello, perché legata ai fatti e ai personaggi del brigantaggio politico postunitario.

Il costo del biglietto per la partecipazione allo spettacolo è di 7,00 euro a persona e sono previste gratuità per i ragazzi di età inferiore ai 10 anni.  L’orario di inizio è fissato per le 19:40 e si entrerà a gruppi ogni 10 minuti.

Per agevolare gli ingressi, si consiglia  la prenotazione anche  telefonando al 3804111273 o con messaggio  Whatsapp.

Mariangela Palmisano

Guida ed accompagnatrice turistica. Giornalista pubblicista da luglio 2016. Mamma di 3 figli (Cosimo, Anna e Francesco Pio) Presidente de "l'occhiazzurra" una associazione culturale fondata dalla mia defunta cugina la poetessa Angela Palmisano. Amo il mio Paese e non amo le ingiustizie e le persone incoerenti.
Follow Me: