Alimenti non idonei al consumo, con gravi carenze igieniche, supermercati in varie città d’Italia

-
22/06/2018

Alimenti non idonei al consumo, venduti nei supermercati con gravi carenze igieniche, in vari supermercati e ingrossi alimentari d’Italia

Alimenti non idonei al consumo, con gravi carenze igieniche, supermercati in varie città d’Italia

Alimenti non idonei al consumo, venduti nei supermercati con gravi carenze igieniche. Il caso è stato portato alla luce dai NAS di Roma, in seguito al controlli in ambito alimentare insieme al personale tecnico della Asl della Capitale. Nel corso di alcune verifiche all’interno di due diversi esercizi commerciali, i militari hanno rilevato gravi carenze igienico sanitarie e strutturali, la mancata applicazione delle procedure di autocontrollo e la presenza di 110 kg. di alimenti vari privi di tracciabilità. Per le inadeguatezze riscontrate è stata disposto il sequestro dei prodotti, la sospensione immediata delle attività e sono state contestate violazioni amministrative per una somma totale di  9.000 €.      

Alimenti non idonei al consumoAlimenti non idonei in erboristeria 

Il NAS di Parma ha effettuato un’ispezione igienico sanitaria presso un’erboristeria della provincia di Piacenza. Al termine del controllo gli operatori hanno deferito alla locale Procura della Repubblica la legale rappresentante dell’attività commerciale per aver posto in commercio, senza il possesso dei previsti titoli abilitanti (laurea idonea o diploma di specializzazione in scienza e tecnica delle piante officinali o in farmacognosia) erbe officinali, alle quali aveva attribuito, mediante l’apposizione di un’etichetta, specifiche proprietà terapeutiche. Nel corso degli accertamenti i Carabinieri hanno sottoposto a sequestro penale 50 confezioni di erbe officinali. Il valore commerciale dei prodotti sequestrati ammonta ad 1.500 €.

Carne per macellazione non idonea

Il NAS di Catania, infine, al termine di mirate attività ispettive effettuate presso alcune stalle equine situate nella parte orientale della Sicilia, ha deferito quattro persone all’Autorità Giudiziaria in quanto responsabili, a vario titolo, di abbandono di animali, attivazione di stalle abusive e scarico di rifiuti speciali non autorizzato. Nel corso delle indagini, gli uomini del NAS hanno altresì sottoposto a sequestro due capi equini destinati alla macellazione, sprovvisti di certificazione sanitaria e documentazione identificativa. Il valore degli animali sequestrati è di 10.000 €.


Leggi anche: Whatsapp dal 2021 smetterà di funzionare su questi cellulari

Prodotti non alimentari posti sotto sequestro, ecco perchè

Sempre il NAS di Roma, con la collaborazione del personale dell’Agenzia delle Dogane di Ciampino, ha svolto anche delle attività di verifica su prodotti importati da paesi Extra UE, concentrando la sua attenzione su un deposito all’ingrosso di prodotti non alimentari. Al termine degli accertamenti, i militari hanno segnalato alla Procura della Repubblica di Roma un cittadino cinese, accusato di aver posto in vendita circa 25.000 prodotti elettrici, articoli per la casa e accessori di abbigliamento con marchio “CE” contraffatto e privi di documentazione tecnica comprovante l’attestazione di conformità. Nell’ambito del medesimo controllo, inoltre, i Militari hanno rinvenuto la presenza di quasi 36.000 confezioni di giocattoli prive delle previste informazioni utili al consumatore. Tutti i prodotti irregolari sono stati posti sotto sequestro.