Allarme Zanzara Killer: la febbre del Nilo scatena il panico nelle spiagge di Jesolo

Una zanzara portatrice di infezioni, ecco di cosa si tratta.

Una zanzara proveniente dal Nilo, porta un virus molto pericoloso. L’infezione che può essere trasmessa da questa zanzara, ha sintomi molto simili all’influenza. Questo insetto, si aggira prevalentemente nel Veneto Orientale, praticamente dal tramonto all’alba. La puntura di questa zanzara si dimostra ad essere estremamente pericolosa. La maggior parte dei casi, la puntura della zanzara porta febbre, mal di testa, nausea, vomito, linfonodi ingrossati, esattamente come una forte forma di influenza.

Se i soggetti punti dall’insetto sono persone delicati come ad esempio persone anziane o bambini, i danni prodotti sono molto gravi. Se nel passato le persone punte dalla zanzara, hanno avuto qualche patologia, c’è il rischio di una forte forma di meningite, encefalite o più grave, il decesso.

La febbre West Nile, mette panico tra la popolazione.

La febbre West Nile (West Nile Fever) è una malattia provocata dal virus West Nile (West Nile Virus, Wnv), un virus della famiglia dei Flaviviridae isolato per la prima volta nel 1937 in Uganda, appunto nel distretto West Nile (da cui prende il nome).

Scatta l’allarme in tutti le zone, e si chiede una disinfestazione antilarvale e adulticida, sia nelle aree pubbliche che in quelle private dove le persone non può intervenire, senza tralasciare le dovute protezioni per difendersi dalle punture di zanzara. Si ha paura soprattutto perché la zanzara non da tregua giorno e notte, e potrebbe creare seri preoccupazioni per tutti.

Il dottor Luigi Nicolardi, direttore del Dipartimento di Prevenzione, ha invitato i 21 comuni dell’Azienda sanitaria ad intervenire come previsto dal protocollo regionale, e si garantisce massima protezione per quanto sia possibile, per combattere questa zanzara portatrice di infezioni.

Si informa inoltre che il periodo di incubazione dal momento della puntura della zanzara infetta varia fra 2 e 14 giorni, ma può essere anche di 21 giorni per chi ha qualche debolezza del sistema immunitario.

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in Romania e ho vissuto a Roma e Darfield. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni.