Animali domestici: quanto costa la cura degli amici a 4 zampe?

-
27/09/2019

Se si ha voglia di adottare un cucciolo, anche per evitare l’abbandono dopo che è cresciuto, è bene capire quanto un animale domestico incide sul bilancio familiare.

Animali domestici: quanto costa la cura degli amici a 4 zampe?

Ormai l’adozione di un animale domestico è un’abitudine molto diffusa al punto che da un’indagine di Federconsumatori emerge che nel 52% delle case italiane è presente un anilame domestico da compagnia. Ma quello che è da considerare è che l’animale da compagnia non costa solo in termini di tempo e cure ma anche in termini economici: cure veterinarie, cibo, lettiera, pulizia e giochi.

Animali dimestici: quanti e come sono dislocati

Nel comunicato della Federconsumatori si legge che “Nel nostro Paese gli animali da compagnia sono circa 32 milioni, di cui 7,5 milioni di gatti e 7 milioni di cani.”.

Gli animali sono maggiormente presenti nelle case di chi vive solo: gli anziani o chi ha affrontato una separazione o un divorzio. Gli animali regalano momenti di svago e di affetto ma non si tratta solo di avre attenzione nella cura di un altro essere vivente poichè l’adozione ha anche dei costi economici (che sottolineiamo possono essere portati in detrazione limitatamente alle spese veterinarie per un tetto massimo annuo di 250 euro)..

Quanto costa mantenere un animale domestico?

ONF ha realizzato un’indagine per scoprire quali sono i costi di mantenimento di un animale domestico e quello che è emerso è quanto segue:


Leggi anche: Bonus affitti 2021 e blocco degli sfratti, per proprietari di immobili fino a 1200 euro: cos’è, come funziona e requisiti

  • mantenere un cane nel primo anno di vita costa dai 1631 ai 2421 euro, negli anni successivi, se il cane è di piccola taglia il costo annuo è di 1427 euro, se di taglia medio grande 2159 euro.
  • Mantenere un gatto costa di meno, per il primo anno di vita il costo è di 1152 euro, per gli anni successivi di 873 euro.
  • Mantenere un coniglio domestico costa 217 euro nel primo anno di vita e 117 negli anni successivi.

Ovviamente le cifre emerse dall’indagine si riferiscono ad animali in buona salute che non necessitano di interventi o terapie veterinarie (ad eccezione dei vaccini annuali o triennali).