Attenzione alla truffa della busta verde: verificate bene il contenuto prima di pagare

-
09/01/2020

Attenzione alla truffa della busta verde, la Polizia avverte di fare attenzione prima di pagare.

Attenzione alla truffa della busta verde: verificate bene il contenuto prima di pagare

In giro c’è una nuova truffa, fate molta attenzione, è chiamata la truffa della busta verde. Vi arriva e vi viene notificata come una raccomandata, ma non lo è, il colore della busta è verde, quella dove abitualmente vi arrivano le multe.

Andiamo a vedere come è articolata la truffa e perché dovete fare molta attenzione

È passato il periodo di Natale e quante persone o famiglie sono andate con la propria auto all’estero. Questa truffa sfrutta proprio questo fattore; nella busta verde ci si trova un verbale, naturalmente falso, che può avere un valore della multa da 180 a 250 euro, il motivo della multa è il superamento del limite di velocità. Attaccato al conto corrente da pagare si trova sia l’iban dove effettuare l’eventuale bonifico e anche le avvertenze nel caso non si pagasse, l’apertura di un contenzioso con un possibile rischio di pignoramento dei beni.

Per far cadere la vittima in errore, si parla di un verbale preso all’estero per indurre la vittima all’errore. La furbizia, se così la vogliamo chiamare, che vuole confondere ancora di più l’utente ed indurlo all’errore, il verbale è scritto metà in italiano e per metà in lingua straniera, il più delle volte in croato.

La Polizia Postale sta cercando in tutti i modi di avvisare gli utenti che questa è una truffa che poi in effetti può indurre il contribuente a cascarci se per caso è stato veramente all’estero. La Polizia Postale non solo invita tutti quelli che riceveranno questa missiva a non pagare, ma a mettersi in contatto con loro per cercare di acquisire quanti più dati possibili e tentare di smascherare questa organizzazione di truffatori.


Leggi anche: Pensioni, pagamento anticipato di febbraio 2021: si parte il prossimo 25 gennaio