Attenzione alle false raccomandate dall’agenzia delle Entrate: è una truffa

-
30/10/2019

Truffa tramite mail con raccomandate digitali per rubare i dati bancari dall’agenzia delle Entrate.

Attenzione alle false raccomandate dall’agenzia delle Entrate: è una truffa

Attenzione, c’è una mail truffa in giro nel web per rubare i vostri personali dati bancari, è una falsa raccomandata digitale dell’agenzia delle Entrate-Riscossione. Per questo motivo si rischia di spalancare le porte delle credenziali bancarie e dei dati personali propri dei cittadini che vengono raggirato e truffati via web. È la stessa Agenzia delle Entrate che con un comunicato avverte i contribuenti.

Il comunicato dell’Agenzia delle Entrate avverte

Una nota dell’Agenzia delle Entrate avverte che sono in corso tentativi di truffa via email tramite l’invio di una raccomandata digitale che invita a cliccare sul link per accedere a documentazione e codici, dati chiesti per poter rubare dati personali e credenziali bancarie del malcapitato.

Il rischio di cascarci è alto, le email sono ben fatte e anche l’oggetto è ben studiato, sono relative a presunti documenti esattoriali con un numero di riferimento, logicamente errato, da visionare collegandosi al link “Accedi a documento”. La cosa è fatta talmente bene che quando il povero contribuente ci va a cliccare sopra, la prima cosa che esce è il logo delle Agenzia delle Entrate, cosa che rende la cosa credibile ma che purtroppo invece da inizio alla truffa.


Leggi anche: Canone RAI, per chi evade multa da 600 euro e rischio carcere

Con un comunicato l’Agenzia delle Entrate si dichiara completamente estranea all’invio di tali comunicazioni e raccomanda assolutamente di non cliccare sui collegamenti presenti e soprattutto di non fornire i propri dati e la propria documentazione nella pagina web indicate tramite la email fasulla, anzi, non solo di non aprirla, ma di eliminarla in via definitiva dalla propria casella di posta elettronica.

L’ultima truffa: come rubare i soldi al Bancomat con un trucco