Auto, gomme invernali: obblighi in tutta Italia, come prepararsi?

Da lunedì 15 ottobre scatta l’obbligo di catene a bordo o gomme invernali in Valle d’Aosta. Dal 15 novembre l’obbligo varrà per tutte le regioni italiane. Come bisogna prepararsi per non incappare in multe salate e ulteriori rischi? Obbligo dal 15 novembre in tutta Italia Dal 15 novembre scatterà, inoltre, l’obbligo di montare gomme invernali o avere catene da neve […]

Da lunedì 15 ottobre scatta l’obbligo di catene a bordo o gomme invernali in Valle d’Aosta. Dal 15 novembre l’obbligo varrà per tutte le regioni italiane. Come bisogna prepararsi per non incappare in multe salate e ulteriori rischi?

Obbligo dal 15 novembre in tutta Italia

Dal 15 novembre scatterà, inoltre, l’obbligo di montare gomme invernali o avere catene da neve a bordo della propria auto. La norma sarà in vigore fino al 15 aprile del prossimo anno. Questo periodo è anticipato su strade normalmente esposte al rischio di precipitazioni nevose o alla formazione di ghiaccio, soprattutto nella regione della Valle d’Aosta. Qui, infatti, sarà obbligatorio osservare la regola da lunedì 15 ottobre.

I tratti interessati sono:

  • la strada statale 26 della Valle d’Aosta dal km 48,250 (Pont St. Martin) al km 156,346 (La Thuile);
  • la SS 26dir della Valle d’Aosta dal km 0 (Prè Saint Didier) al km 9,580 (Courmayeur);
  • la SS 27 del Gran San Bernardo dal km 4,200 (Aosta) al km 33,910 (Saint Rhemy en Bossess);
  • la SS 27 Variante di Gignod dal km 0 al km 2,187.

Gli pneumatici invernali (o le catene a bordo in alternativa) sono fondamentali per garantire la sicurezza dell’automobilista e dei passeggeri, ma anche per evitare multe salate. In caso vengano vengano riscontrate violazioni, il conducente rischia sanzioni amministrative che vanno dagli 85 euro fino ai 338 euro.

Controllo gomme

Auto, gomme invernali: obblighi in tutta Italia, come prepararsi?

La stagione estiva è ormai giunta al suo termine e le temperature fredde iniziano a farsi sentire. Pioggia, grandine e neve, a breve, ci accompagneranno durante i nostri viaggi in auto, quindi siate pronti ad assumere tutte le giuste precauzioni per non imbattervi in grossi rischi o multe salate.

La prima mossa sarà sicuramente controllare i pneumatici del vostro veicolo. Come ben sappiamo, a prescindere dalle condizioni climatiche, è sempre consigliato controllare lo stato delle gomme, accertandoci di due cose fondamentali:

  • l’usura del battistrada
  • la pressione della ruota, verificando se è adeguata a garantire la massima efficienza.

Controllo tergicristalli

Anche le spazzole dei tergicristalli necessitano di essere controllate. Spesso, infatti, con il calo delle temperature sotto allo zero, le spazzole possono attaccarsi al vetro e, di conseguenza, danneggiarsi.

Auto, gomme invernali: obblighi in tutta Italia, come prepararsi?

Per evitare una situazione del genere basta prendere in considerazione a piccole accortezze. Quando si parcheggia il proprio veicolo, è sufficiente lasciare i tergicristalli in posizione verticale, in particolare se non si possiede un box auto o un posto al coperto.

Inoltre, fate attenzione ad eventuali crepe sul vetro che, proprio con l’arrivo delle temperature fredde, rischiano di causare la rottura del parabrezza. Da verificare è anche il livello del liquido lavavetri. Nel caso in cui le temperature siano vicine allo zero, è possibile utilizzare un liquido lavavetri antigelo. È consigliato, inoltre, tenere in auto un raschietto di gomma per pulire i vetri nel caso in cui si ghiaccino.

Controllo liquidi

Anche il controllo dei liquidi è fondamentale, così in inverno come per tutto il resto dell’anno. Con cali improvvisi delle temperature, il motore rischia di andare in sofferenza. La meccanica delle sue componenti, infatti, può essere seriamente compromessa se i fluidi non sono allo stato liquido.

L’abbassamento delle temperature può causare il passaggio della massa liquida in solida, con un conseguente aumento di volume dei liquidi e pericolo di rottura del radiatore o dei tubi di collegamento. Anche per questo è consigliabile utilizzare liquidi antigelo.

Per il carburante, ad esempio, esistono i cosiddetti “gasoli alpini”, disponibili in commercio sia per motori a gasolio che a benzina. Anche in questo caso, la quantità di additivo da aggiungere deve essere proporzionata a quella di carburante presente nel serbatoio. Per quanto riguarda la batteria, invece, essa può essere protetta dal freddo con una copertura termica adeguata.

Sara Gatto

Ciao a tutti! Sono Sara, ho 20 anni e sono una studentessa. Il mondo della comunicazione è ciò che più mi interessa, in particolare il cinema, la musica e l'arte in generale. Spero che i miei articoli vi siano d'aiuto e che, oltre la curiosità, siano capaci di alimentare i vostri interessi.