Azzolina conferma: ‘non si torna a scuola a maggio’

-
17/04/2020

Per la ministra Azzolina la scuola italiana non potrà riaprire nel giorno 18 maggio 2020: troppi morti e ancora troppi contagi.

Azzolina conferma: ‘non si torna a scuola a maggio’

Lucia Azzolina, ministra dell’Istruzione, finalmente ci dà maggiori conferme sulla situazione della scuola italiana. Purtroppo conferma quanto già era stato anticipato ed ipotizzato da più parti: la scuola non riaprirà nella data del 18 maggio, data che come sappiamo avrebbe segnato le sorti soprattutto dei ragazzi della maturità 2020 e dei ragazzi delle terze medie prossimi agli esami. La notizia è di pochi minuti fa. Vediamo in concreto cosa ha detto la ministra.

Azzolina conferma: ‘a maggio non si rientra  a scuola’

Finalemente la ministra Azzolina si sbilancia sulla questione scuola, frantumando qualsiasi ipotesi di possibile ritorno a scuola per la data del 18 maggio 2020.

Lo fa durante un’intervista concessa alla rivista Il Corriere in cui ritiene impossibile tornare a scuola per la data decisa dal Decreto in quanto il numero dei morti è ancora troppo elevato e anche quello dei contagiati non fa sperare in una ripresa immediata della normalità.

La scuola italiana potrebbe riaprire a settembre?

Questa decisione della ministra Azzolina fa allora sperare che le scuole possano riaprire direttamente a settembre 2020, come aveva richiesto il sottosegretario del MIUR Giuseppe de Cristofaro.

Ancora è incerta la data di rientro per quel mese e sicuramente, come sappiamo, essa dovrà essere accordata con tutte le regioni d’Italia.


Leggi anche: Whatsapp: ecco come nascondere l’immagine del proprio profilo a uno o più contatti

Come detto in precedenza, le prime settimane del mese di settembre saranno dedicate al recupero dei debiti, periodo che inizierà nel giorno 1° settembre.

Dopo queste tre settimane, le lezioni del nuovo anno scolastico potrebbero riprendere nel giorno 21 settembre, ma come detto prima anche questa è una data ancora da ufficializzare.