Bibite gratis a chi aiuta a tenere pulite le spiagge

-
20/07/2019

Bibite gratis a chi aiuta a tenere pulite le spiagge. Un’idea per raccogliere la plastica e venderla, con il ricavato aiutare i bisognosi…

Bibite gratis a chi aiuta a tenere pulite le spiagge

Bibite gratis: l’idea parte da un bar ristorante di Barcellona, il Tibu-Ron Castelldefels, che tiene a far sapere sul proprio sito, che un solo filtro di sigaretta può contaminare fino a 3 litri di acqua di mare. Un gesto molto semplice che da quattro anni viene proposto da questo locale, e che viene accolto con molto entusiasmo dagli avventori. Molto attivi gli adulti, una birra gratis fa sempre piacere, ma molto attivi anche i bambini, che logicamente non gli verrà offerta una birra, ma una bibita a loro scelta non alcolica.

Il locale spagnolo “Tibu-Ron” sensibile alle tematiche ambientali

Il locale Tibu-Ron è molto attivo è molto sensibile alle tematiche ambientali, qualche tempo fa ha raccolto migliaia di tappi di plastica dalle spiagge che poi sono stati venduti agli impianti di riciclaggio, la cifra della vendita è stata devoluta alla lotta contro il cancro infantile.

Le vacanze per alcuni sono già iniziate, ma per alcuni devono ancora iniziare. Molti si accingono ad andare in spiaggia e stendere le loro asciugamani per poter passare qualche ora di relax. A volte, specialmente quando si va nelle spiagge libere, sulla sabbia si può trovare di tutto, plastica, mozziconi di sigarette, vetro e tant’altro. Un gesto che sembra piccolo, ma ha una importanza enorme fatta da più persone, e poi, un bicchiere di birra bella fresca ti ripaga anche dalla fatica, e in più  aiuta a prenderci cura del pianeta in cui viviamo.


Leggi anche: Censis, il rapporto del 2020 su consumi, ricchezza, società e sussidi di welfare: l’effetto del coronavirus

Il locale spagnolo, citato prima, è protagonista di una singolare ed originale trovata per ridurre il più possibile l’inquinamento delle spiagge limitrofe. Chi porterà un bicchiere pieno di mozziconi di sigaretta raccolti in spiaggia, riceverà in cambio, un bicchiere di birra.

I filtri delle sigarette hanno al loro interno sostanze tossiche che a contatto con l’acqua, impiegano dai 5 ai 20 anni per disgregarsi, diventando un grosso pericolo per la specie marina che scambiandole per cibo, se le mangiano. A nostra volta mangeremo poi dei pesci contaminati.

Novità in spiaggia, divieti e multe da nord a sud in vigore dal 15 luglio

Un’idea per aiutare il mondo in cui viviamo 

Da questa idea è ottima e mi chiedo perché non si può attuare in Italia? Nel Mondo? Ridurre l’inquinamento ambientale e con i ricavi finanziare delle ricerche che possono aiutare noi, i nostri figli, i nostri nipoti. Si possono raggiungere ottimi risultati con un minimo di collaborazione da parte di tutti, quasi come un gioco.

Capisco che non tutti hanno questo spirito di volersi mettere in gioco,  ma ci sono un 30 – 40% di persone che ce l’hanno, e allora basta muoversi, si inizia lentamente, il problema non si risolve in pochissimo tempo, ma se non si inizia non si possono poi raggiungere dei risultati.

Basta poco per creare queste iniziative e aiutare il prossimo e noi stessi pulendo il nostro Mondo. Spero che queste iniziative saranno attuate anche in Italia.