Bimba di 11 anni stuprata poi uccisa durante un matrimonio da un parente dello sposo

-
21/04/2018

Un’altra bambina violentata e uccisa in India

Bimba di 11 anni stuprata poi uccisa durante un matrimonio da un parente dello sposo

Un ragazzo di 25 anni è stato accusato di aver stuprato poi ucciso una bambina di 11 anni, scatta subito l’arresto. L’uomo è accusato di omicidio, stupro e occultamento di cadavere ai sensi della legge sulla protezione dei minori dalla violenza sessuale, riferisce Ajay Bhadauria, il capo della Polizia locale.

Un altro agghiacciante stupro, di cui vittima anche questa volta è una bambina.

Tutti increduli e sotto choc, nel distretto di Kabirdham, dove doveva essere un giorno di grande gioia, invece il crudele crimine trasforma tutto in un infinito incubo.

Stupro e omicidio di una bambina

La bimba prima è stata stuprata e poi uccisa, con grande crudeltà.

Il parente degli sposi, il giovane 25 enne, aveva preso di mira la bambina, portata con la forza lontano dalla festa in un campo all’aperto. Subito dopo averla stuprata le ha letteralmente fracassato il cranio con una pietra.

Come se non bastasse, dopo che l’assassino ha compiuto il feroce atto di violenza, si è sbarazzato del corpo della piccola bambina di soli 11 anni, buttandola in un canale.

Ritorna alla festa per continuare a festeggiare

Dopo l’orribile gesto, che ormai ha messo in choc totale l’intero paese, il 25 enne, torna alla festa del matrimonio e continua a festeggiare con altri parenti come se nulla fosse successo.

Scoppia la rabbia sui social, e le famiglie delle vittime chiedono disperatamente giustizia.

Tristezza e molto dolore in tutta l’India. Ancora non si è spento l’orrore per lo stupro di gruppo e l’assassinio di Asifa di 8 anni, in Kashmir. Ricordiamo ancora quello di un altra bambina,fortunatamente sopravvissuta, da parte di un deputato nell’Uttar Pradesh.

Questo ennesimo episodio di violenza su minorenni che ha decisamente sconvolto India, suscita una vera e propria rivolta sociale.

Indignazione e critiche a livello nazionale al governo Bharatiya Janata Party del premier Narendra Modi.