Bimbo malato di fibrosi cistica, fa un appello all’azienda farmaceutica

Bambino affetto da fibrosi cistica fa un appello all’azienda farmaceutica

Luis Walker, un bambino di soli 8 anni, affetto dalla fibrosi cistica, fa un appello commovente all’azienda farmaceutica che produce il medicinale di cui lui ha tanto bisogno.

‘’ Abbassate il prezzo della mia medicina, se fossi vostro figlio lo fareste’’.

Luis, scrive all’azienda Vertex Pharmaceuticals, chiedendo disperatamente di abbassare il costo del lumacaftor/ ivacaftor, il medicinale che per lui si è dimostrato essere vitale.

Inoltre il bambino di soli 8 anni sollecita che la terapia cosi importante per lui, sia disponibile attraverso il servizio sanitario. Nella lettera che Luis Walker  invia all’azienda farmaceutica, cerca di sensibilizzare la vicepresidente Rebecca Hunt. Ecco le parole commuoventi del piccolo: ‘’ Avete la medicina che può farmi sentire meglio e potrebbe evitarmi di trascorrere cosi tanto tempo in ospedale, per favore commercializzatela nel mio paese. Se vostro figlio avesse la fibrosi cistica, so che capireste e abbassereste il prezzo ’’.

Bambino affetto da fibrosi cisticaNel 2015, il medicinale cosi vitale per Luis Walker, è stato approvato dall’Agenzia europea per i medicinali, ma ancora non è stato raggiunto un accordo conveniente con il Servizio Sanitario inglese per quanto riguarda il prezzo di questo farmaco.

Ecco cosa risponde l’azienda:

‘’ Caro Luis, mi dispiace di sentire che non stai molto bene e che devi trascorrere tanto tempo in ospedale. Dev’essere molto dura per te e la tua famiglia. Sono determinata a fare ciò che posso perché si arrivi ad avere accesso al farmaco’’.

L’azienda farmaceutica, condivide in pieno la frustrazione del piccolo Luis e di altre persone affette da questa brutta malattia, che sono in attesa di ricevere il farmaco. Nel mese di luglio, Matt Hancock, il segretario alla salute ha dichiarato che era d’accordo con lo sblocco del farmaco e aveva dato via libera, ma L’Nhs dichiara di aver fatto già un accordo e che aveva promesso 500 milioni di sterline nei primi 5 anni e oltre 1 milione di sterline nei prossimi 10 anni, tutto a favore dell’azienda Vertex.

 

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in Romania e ho vissuto a Roma e Darfield. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni.